Drone spia una donna a Sterpeto di Assisi: ”Vado dai carabinieri e li denuncio”

Allarme terrorismo per un drone che sorvolava la basilica di San Francesco

Drone spia una donna a Sterpeto di Assisi: ”Vado dai carabinieri e li denuncio”

Drone spia una donna – «Non mi va proprio di essere controllata, non mi va di essere spiata mentre me ne sto a casa mia». La signora, che oggi poco dopo le 16, mentre era in giardino è stata “avvicinata” da un drone, è a dir poco furiosa. «Avevo finito di fare dei piccoli lavori in giardino – dice a Umbriajournal -, stavo leggendo alcuni articoli pubblicati online quando sono stata attratta dal ronzio».

La donna ha alzato gli occhi e ha trovato un drone a circa 10 metri di altezza – in “perfetta verticale”, puntualizza – che stava puntando il suo obiettivo proprio su di me.

«Ho scelto di vivere in un luogo un po’ isolato – dice -, e protetto da sguardi indiscreti e, invece, ora bisogna proteggersi anche da “oggetti volanti” che entrano quasi a casa tua».

Giustamente contrariata la giovane signora ha deciso per sporgere denuncia presso la stazione dei carabinieri di Petrignano. Saranno i militari a stabilire se velivolo e conduttore erano in regola (ne dubitiamo ndr) oppure no.

È consentito sorvolare una proprietà privata senza bisogno di autorizzazioni mantenendosi almeno ad un’altezza e/o una distanza di 20 metri. Per effettuare riprese che includono la proprietà è necessario richiedere un’autorizzazione preventiva ai proprietari, altrimenti bisogna oscurarla.

L’autorizzazione va chiesta tramite apposito modulo in cui si informa l’interessato delle modalità in cui si vogliono effettuare le riprese e del motivo.

Bisogna specificare bene che uso verrà fatto delle immagini, e va garantita all’interessato la possibilità di visionare il materiale, averne una copia o chiederne la cancellazione o l’oscurazione.

La mancata osservanza delle norme può sfociare in denuncia e in reati civili o penali, quindi è il caso di capire bene la questione.

In quali casi non serve il consenso?

Non sempre è necessario richiedere le autorizzazioni per poter includere nelle proprie riprese delle proprietà private.

L’unico caso è quello in cui le riprese sono svolte in modalità panoramica. Questo semplicemente vuol dire che le riprese sono state fatte talmente lontano da rendere impossibile l’identificazione di persone o dati o informazioni sensibili e personali.

Per capire bene che cosa si intende di preciso per “dati e informazioni personali”, e per sapere quali altri paletti devi rispettare, continua la lettura.

Limiti e distanze di sicurezza per il volo su proprietà private

Il discorso dei limiti e delle distanze minime da mantenere dalle proprietà private merita sicuramente qualche altra parola.

Abbiamo detto infatti che per legge bisogna almeno stare a 20 metri di altezza dalla proprietà, ma è chiaro che va considerata anche l’effettiva altezza della proprietà stessa, e i 20 metri vanno aggiunti ad essa.

Non puoi volare a 20 metri di altezza dal suolo sopra una proprietà alta 19 metri, quindi a solo un metro di distanza effettiva.

Fatto questa specifica, per essere sicuri di non infrangere le norme del volo, è necessario anche essere sicuri di quali sono i limiti assoluti di altezza massima raggiungibile con il drone, stabilite dall’ENAC per tutto il territorio italiano, e visualizzabili sul sito D-Flight.it.

Ma mantenere la distanza minima da una proprietà privata non è l’unica cosa da considerare, soprattutto se intendi effettuare delle foto e delle riprese. Per questo è necessario conoscere i principi base della tutela della privacy.

Nei prossimi paragrafi abbiamo racchiuso i principali capisaldi della questione privacy coi droni per facilitarti la comprensione.

Rispettare la privacy delle proprietà private con il drone

Per essere sicuri di volare e fare riprese con il nostro drone nel rispetto della privacy e della proprietà privata, bisogna rispettare due normative principali:

  • norme sulla sicurezza (ENAC)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*