Focolaio scuola a Palazzo d’Assisi, alunni positivi al coronavirus

 
Chiama o scrivi in redazione


Focolaio scuola a Palazzo d’Assisi, 15 alunni positivi al coronavirus

Focolaio scuola a Palazzo d’Assisi, 15 alunni positivi al coronavirus

Un grosso focolaio di covid si è sviluppato nella scuola elementare “Don Milani” di Palazzo di Assisi, colpendo gli scolari di due classi per un totale 15 bambini, ora in isolamento, in attesa di essere sottoposti a nuovi tamponi. A darne conferma è lo stesso comune di Assisi. Gli allievi sarebbero in buone condizioni e solo un paio avrebbero avuto effetti un po’ più seri, con febbre. Negativi i docenti.


Di Morena Zingales
Fonte: Comune di Assisi


Ovviamente appena appresa la notizia – viene evidenziato da Palazzo dei Priori – sono scattati i protocolli previsti dal dipartimento di prevenzione dell’Usl e quindi l’isolamento e la sorveglianza delle altre classi. La situazione è sotto stretto monitoraggio delle autorità sanitarie e del sindaco Stefania Proietti in attesa dei risultati dei tamponi. Per ora non è stato adottato alcun provvedimento relativo alla chiusura della scuola e, come detto, il sindaco segue direttamente l’evolversi della vicenda in stretto contatto con la responsabile dell’istituto e con i vertici sanitari. 

  • La dichiarazione del sindaco

Ci siamo sentiti più volte con i medici del dipartimento e la dirigente dell’istituto scolastico per avere un controllo della situazione – ha spiegato il sindaco – e comunque non mi stancherò mai di ribadire il rispetto delle regole del distanziamento e dell’uso delle mascherine, soltanto con i vaccini e l’osservanza delle misure di sicurezza possiamo difenderci dal Covid”.

  • Gli attualmente positivi

Con questo gli attualmente positivi ad Assisi salgono di 15 unità. I dati della Regione ora riportano 41 contagiati; dall’inizio della pandemia i casi sono stati 2.448. E 38 sono le persone in isolamento contumaciale. I ricoverati sono 3, nessuno dei quali in terapia intensiva. Da inizio pandemia i guariti sono 2.355 e 52 i deceduti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*