La situazione Covid-19 ad Assisi, sono 86 casi i positivi

 
Chiama o scrivi in redazione


La situazione Covid-19 ad Assisi, sono 86 casi i positivi

La situazione Covid-19 ad Assisi, sono 86 casi i positivi

Ad oggi nel comune di Assisi sono presenti 86 casi positivi (dato del Centro operativo regionale) per i quali sono state emesse e in corso di emissione altrettante ordinanze contumaciali da parte del Sindaco Stefania Proietti. I casi in isolamento domiciliare sono prevalentemente asintomatici o lievemente sintomatici.

SCUOLE

Per quanto riguarda le scuole, nel territorio comunale risultano ad oggi 7 classi in isolamento (su 319) e 15 studenti positivi su una popolazione studentesca di circa 6000 unità. Nello specifico solo 2 classi su 7 sono in isolamento nelle scuole elementari e medie del territorio comunale, 5 sono in isolamento alle superiori, nessun caso di positività si registra nei nidi e nelle scuole di infanzia pubbliche e paritarie.

CONTROLLI

I controlli della polizia municipale, da sempre effettuati, sono stati intensificati sin dai giorni scorsi, avvengono, in collaborazione con le forze dell’ordine e di polizia, durante tutta la giornata oltre a essere estesi anche in turno notturno.

COMUNICAZIONE

Il sindaco, visti i numeri crescenti nel territorio di Assisi negli ultimi tempi, ha varato un piano di sensibilizzazione e comunicazione diretto ai cittadini e a tutti coloro che giungono in città. Il piano prevede, tra le altre cose, infografiche diffuse sia nei punti di pubblica affissione che nei luoghi dove può generarsi assembramento (ingresso delle scuole, in particolare superiori, fermate mezzi pubblici, principali piazze e chiese), sensibilizzazione tramite social e media e diffusione di raccomandazione al rispetto assoluto delle regole di prevenzione e sicurezza sanitaria.

RIUNIONE CON PREFETTO

Il prefetto di Perugia ha incontrato ieri i sindaci della provincia, in particolare, oltre che per uno stato dell’arte della situazione, sul tema del Dpcm 13 ottobre scorso, per stimolare la collaborazione tra polizia municipale e forze dell’ordine al fine di far effettuare controlli che abbiano anche ‘scopo pedagogico’.

Il prefetto ha chiesto si Sindaci di non abbassare l’attenzione, visti i numeri dei contagi in Umbria, di invitare la cittadinanza all’impegno personale nel rispetto delle regole e di comunicare le eventuali criticità.

Come distretto assisano sono state segnalate, dai sindaci di Assisi e Bastia, le criticità del pit-stop alla città della salute Giontella e soprattutto è stato chiesto maggiore personale per il distretto sanitario al fine di migliorare tempi e modalità della comunicazione e presa in carico dei positivi da parte del sistema sanitario verso i sindaci e i comuni.

INCONTRO CON  ASSESSORE REGIONALE ALLA SANITA’

Martedì 13 ottobre ai sindaci capofila delle zone sociali è stato esposto il piano per la riorganizzazione degli ospedali in adeguamento alla situazione emergenziale: l’ospedale di Assisi sarà Covid free. Per il comune di Assisi e distretto assisano il presidio di riferimento Covid sarà Foligno.



 

2 Commenti

  1. Ma la volete comunicare la distribuzione dei casi nelle varie frazioni! naturalmente senza i nomi!
    Possibile che non capite che è importante per stare più attenti a seconda della presenza o no di casi nelle vicinanze!

  2. Ho lasciato un commento ma non lo vedo pubblicato si riferiva alla opportunità che oltre ai dati generali relativi ai contagiati in tutto il comune di Assisi vengano comunicati anche i dati riferiti alle varie località del comune (frazioni).
    Mi si spieghi perché tanta omertà su tale dato che comunque non rivela nomi ma può essere utile per avere più prudenza se ci sono contagiati nella località di residenza o comunque frequentata.
    Paolo Brufani

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*