Marcia no green pass, la perplessità del sindaco, i divieti di sosta e circolazione

 
Chiama o scrivi in redazione


Marcia no green pass, la perplessità del sindaco, i divieti di sosta e circolazione

Marcia no green pass, la perplessità del sindaco, i divieti di sosta e circolazione

Domenica mattina da Santa Maria degli Angeli alla Rocca Maggiore, si svolgerà una marcia contro il green pass e contro l’obbligo vaccinale organizzata dal Fronte del dissenso. Il sindaco Stefania Proietti esprime profonda perplessità e preoccupazione per questo tipo di eventi in questo particolare momento storico: “Fatto salvo il rispetto del diritto a manifestare il proprio dissenso, l’amministrazione comunale esprime forte apprensione perché, con l’incremento dei casi Covid negli ultimi tempi, l’eventuale formarsi di assembramenti può aumentare i rischi di contagio”.


da Anno Mossuto
Ufficio stampa del Comune di Assisi


“Di fronte al diritto a scendere in piazza per esprimere le proprie idee – ha affermato il sindaco – esiste il diritto alla salute che, a mio avviso, viene prima di ogni altro diritto. I contestatori sono liberi di manifestare il dissenso e questo è garantito dalla Costituzione, rivendicando la libertà di non vaccinarsi, ma tutti gli altri cittadini sono altrettanto liberi di scegliere di vaccinarsi e riprendersi la propria normalità.

Abbiamo valutato, insieme al prefetto e al questore di Perugia, le più opportune misure per  mantenere l’ordine pubblico limitando per quanto possibile i disagi alla viabilità e alla cittadinanza.

Prendiamo atto che gli organizzatori dell’evento hanno dichiarato che la manifestazione si svolgerà nel rispetto delle prescrizioni previste dalle normative in materia di contrasto alla diffusione della pandemia e che hanno previsto un proprio servizio d’ordine per mezzo di 40 addetti alla sicurezza riconoscibili tramite una pettorina. Comunque resta l’obbligo generale del distanziamento sociale e dell’uso della mascherina per le situazioni in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o si configurino assembramenti”.

“In tutte le sedi ho espresso le mie preoccupazioni, ora pubblicamente e recependo le istanze delle associazioni e dei cittadini, sottolineo a gran voce che Assisi, anche nel rispetto delle sue 54 vittime a causa del Covid, non è e non sarà mai la città dei no vax e dei no green pass, ma sarà sempre la città delle istituzioni e dell’accoglienza nel rispetto delle regole”.

Come amministrazione, insieme alle forze dell’ordine e di polizia – ha concluso il sindaco – vigileremo dall’inizio alla fine della marcia in modo che tutto si svolga nel rispetto delle misure, dei cittadini, dei commercianti, dei turisti e del patrimonio della città e soprattutto nella massima sicurezza. Proprio per questo si rendono necessarie alcune modifiche alla viabilità e alla sosta, per le quali sin da ora ringrazio i cittadini per la encomiabile collaborazione”.

Ecco nel dettaglio le modifiche alla viabilità:

DIVIETO DI SOSTA

A Santa Maria degli Angeli dalle 6 alle 12 (fino al termine della manifestazione) in Piazza Garibaldi, Via Patrono d’Italia (tratto da via Los Angeles a via Carducci), Via Carducci, Piazza Dante Alighieri, Via Borsi (tratto da Piazza Dante Alighieri a Via Manzoni), Via Manzoni, Via di Valecchie.

Ad Assisi dalle 6 alle 13 in Via di  Valecchie, Viale Giovanna di Savoia Regina dei Bulgari (tratto da Via di Valecchie a Via Marconi), Viale Marconi, Piazza Giovanni Paolo II (aree esterne al parcheggio Saba spa), Piazzetta Bonghi, Via Fontebella, Piazzetta Garibaldi, Via Brizi, Via Giotto, Via Portica, Piazza del Comune, Via San Gabriele dell’Addolorata (tratto sino all’edificio della farmacia), Via San Rufino, Piazza San Rufino, Via Porta Perlici, Via della Rocca, Piazza delle Libertà Comunali – Rocca Maggiore (slarghi laterali alla strada).

DIVIETO DI CIRCOLAZIONE, dalle 10 e limitatamente al tempo necessario per il transito del corteo.

A Santa Maria degli Angeli, in Via Protomartiri Francescani (tratto da Via Capitolo delle Stuoie a Via Patrono d’Italia), Piazza Garibaldi, Via Patrono d’Italia (tratto da Via Los Angeles a Via Manzoni, Via Carducci, Piazza Dante Alighieri, Via Borsi (tratto da Piazza Dante Alighieri e Via Manzoni, Via di Valecchie (tratto dalla bretella di collegamento con via Santa Maria Maddalena e via Giovanna Di Savoia.

Ad Assisi in Via Giovanna di Savoia (tratto da Via di Valecchie a Viale Marconi), Piazzetta Bonghi, Via Fontebella, P.zza Garibaldi, Via Brizzi, Via Giotto, Via Portica, Piazza del Comune,  Via San Rufino, Via Porta Perlici, Via della Rocca, Piazza delle Libertà Comunali – Rocca Maggiore.

E’ stato inoltre istituito il SENSO UNICO ALTERNATO, in Via San Francesco e Via Merry del Val limitatamente al tempo di occupazione di Via Portica da parte del corteo per consentire ai cittadini residenti di uscire dal centro storico.

Infine sono sospese dalle 10 alla fine della manifestazione tutte le occupazioni di suolo pubblico dei pubblici esercizi e attività commerciali, con tavoli/seggiole/ombrelloni e fioriere che insistono in Piazza del Comune.

1 Commento

  1. Un conto è il vaccino e un conto è la carta verde. Non si capisce perché una persona che sta bene, non ha la febbre, non ha dolori non possa andare a lavorare anche se non ha fatto il vaccino, mentre può andare a fare la spesa al super mercato, o circolare liberamente. Sull’onda delle trasmissioni televisive il sindaco di Assisi manca di precisione e non riesce a capire che quello che è in discusione è l’obbligo della certificazione per andare a lavorare anche se sta bene e non sa dare una risposta al problema che è smplice: i datori di lavoro si assumano l’onere di effettuare i tamponi se vogliono stare tranquilli, magari con il contributo economico dello stato.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*