Minaccia di morte operatore casa di risposo, scatta denuncia dei Carabinieri

 
Chiama o scrivi in redazione


Minaccia di morte operatore casa di risposo, scatta denuncia dei Carabinieri

Minaccia di morte operatore casa di risposo, scatta denuncia dei Carabinieri

Continua in maniera serrata il controllo del territorio dei Carabinieri del Comando Compagnia di Assisi. In data 1 febbraio è stato predisposto un’imponente servizio a largo raggio, finalizzato al contrasto  di reati predatori ed  utilizzo di sostanze stupefacenti ed alcooliche, che ha interessato tutti i Comuni che ricadono sotto la competenza della Compagnia Carabinieri di Assisi. I Carabinieri, nonostante le avverse condizioni climatiche, nel complesso, hanno proceduto al controllo di 70 persone e 40 automezzi.

Droga, due albanesi ai domiciliari per spaccio di cocaina, arresto dei Carabinieri
Maggiore Marco Vetrulli

Il servizio che ha visto il massiccio impiego di militari (26) e mezzi (12) con i colori d’istituto ha interessato le più importanti arterie stradali nonché i luoghi particolarmente frequentati da pregiudicati e tossicodipendenti. Nel corso dello specifico servizio sono stati denunciati a piede libero

Un disoccupato 26enne, già noto alle forze dell’ordine per inosservanza delle prescrizioni imposte dalla misura della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, in quanto non è stato trovato presso la sua abitazione negli orari prescritti;

Un 53enne perugino, per minacce gravi in quanto minacciava di morte, per futili motivi, un operatore di una casa di riposo, ove si trova ricoverata la propria madre; Una cittadina cubana 42, per guida sotto l’influenza dell’alcool, patente di guida ritirata; Un cittadino folignate 60enne per porto di oggetti atti ad offendere in quanto sorpreso nei pressi di un asilo infantile con a seguito una barra di ferro di circa 130 cm, occultata all’interno della propria autovettura;

Un cittadino marocchino 38enne, per ingresso e soggiorno illegale nel territorio nazione, in quanto già respinto alla frontiera con provvedimento del questore di Palermo. Il predetto è stato accompagnato presso la Questura di Perugia ove sono state riattivate le procedure per una nuova espulsione;

Un cittadino nigeriano 28enne, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso all’interno del parcheggio adiacente alla Basilica Papale Porziuncola di Santa Maria degli Angeli, mentre era intento a svolgere l’attività di parcheggiatore abusivo. Il  predetto, in ossequio al recente decreto Sicurezza, è stato deferito per non aver esibito documenti di identità, nonché sanzionato ai sensi dell’art. 7 c. 15 del CdS, per esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatore;

I militari, inoltre, hanno segnalato alla competente Autorità Prefettizia quali consumatori di sostanze stupefacenti 5 persone, dai 30 ai 50 anni, trovati in possesso di modiche quantità di eroina e cocaina.

Numerose le sanzioni amministrative applicate per violazione al Codice della Strada e ai regolamenti comunali, in particolare: una donna rumena di Bettona è stata sanzionata per aver condotto il proprio cane, senza guinzaglio per le pubbliche vie; l’animale eludendo la sorveglianza veniva coinvolto in un incidente stradale a seguito del quale decedeva; 9 automobilisti sono stati sanzionati per aver circolato con autovetture con targhe straniere, nonostante fossero residenti in Italia da lungo tempo, al fine di eludere le tariffe assicurative in vigore ed eventuali contravvenzioni;

altri automobilisti sono stati sorpresi alla guida sprovvisti della relativa polizza assicurativa, nel complesso sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di euro 7.800, 11 autovetture sono state posto sotto sequestro amministrativo.

1 Commento

  1. Forza…forza…ogni giorno così…forza….
    Le nuove leggi vi stanno aiutando contro i clandestini, speriamo che ne arrivino di nuove per i reati contro la persona ed il patrimonio, con pene certe e severissime.
    FORZA

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*