Parcheggiatori abusivi a Santa Maria chiedono anche soldi per medicine

Daspo ai parcheggiatori abusivi, chiede Centrodestra e basta accattoni

Parcheggiatori abusivi a Santa Maria chiedono anche soldi per medicine. Non finiscono gli episodi molesti dei parcheggiatori abusivi nell’area antistante la Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli. «Nonostante le molteplici segnalazioni – scrive un assisano su Facebook – giunte negli ultimi mesi per via dei parcheggiatori abusivi, ci mancava l’episodio mio personale di questa mattina (ieri ndr), segnalato prontamente alle forze dell’ordine. Ho avuto un diverbio con alcuni extracomunitari con toni minacciosi e intimidatori che mi chiedevano soldi, perché a dir loro mi avevano controllato la vettura, zona antistante la basilica di Santa Maria degli Angeli, mi domando solo una cosa – ha concluso – se ci usciva una rissa chi pagava? Sicuramente io cittadino italiano, perché tutti avrebbero detto che i poverini lo fanno per sopravvivere».

LEGGI ANCHE: Niente ferie, maxi controllo a Ferragosto ad Assisi [Foto video]

Questo è quanto accaduto a cittadino di Assisi, ma non è il primo episodio. In passato altri simili si sarebbero verificati, sempre per lo stesso motivo. «Io – ha detto il cittadino – ringrazio le forze dell’ordine che intervengono sempre, il problema è che non possono fare nulla, purtroppo hanno le mani legate. Le forze dell’ordine bisogna solo stimarle e rispettarle per quello che fanno, purtroppo se fossero con le mani libere, certe cose non succederebbero».

Ai parcheggiatori si accompagnano spesso venditori di oggetti di vario genere e di recente uno di questi, nei pressi del parcheggio della Domus Pacis, a una donna ha chiesto del denaro per comprare una medicina, perché aveva un herpes in bocca. La donna che parlava al telefono, impaurita da questa insolita richiesta, ha dovuto interrompere la telefonata e dare gli unici soldi che aveva in tasca (due euro), in cambio della tranquillità.

 

Eventi in Umbria

1 Commento

  1. Però cari sig.ri qui va fatta un po di chiarezza. Io sono con voi al 100% e credo anche che la politica sull’immigrazione debba essere regolamentata e controllata in maniera rigida. Aiutare i bisognosi ed i più deboli si….accogliere tutti indistintamente no assolutamente no. Non si vedono mai donne o bambini davanti ai supermercati o nei parcheggi ma solo giovani uomini che potrebbero lavorare tranquillamente. Lavoro non ce n’è? Ed allora è inutile farli arrivare perché non hanno un futuro e noi non possiamo mantenerli tutti a vita. Questa è la verità cari sig.ri. Il resto sono chiacchiere. I buonisti…i progressisti…chiamateli come volete che pontificano,parlano ma nessuno di loro ha mai ospitato un extracomunitario a pranzo a casa loro o ha preparato un letto x farlo dormire a casa. Questo vale anche x le case di accoglienza ad Assisi che ormai sono tutte case per vacanze dove si paga per dormire e mangiare. Allora facciamola finita una volta x sempre di essere ipocriti,di evocare lo spirito Francescano dell’accoglienza e dell’aiuto al fratello in difficoltà perché in pochi…pochissimi lo fanno. ..anzi…lo facciamo. Però chi parla chiaro come me poi è un populista…xenofobo…faccio demagogia e tanti altri paroloni di cui alcuni progressisti si riempono la bocca. NON SONO IPOCRITA. TUTTO QUI.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*