Progetto “Borghi sicuri”, sinergia tra polizia di stato e polizia locale

 
Chiama o scrivi in redazione


Progetto “Borghi sicuri”, sinergia tra polizia di stato e polizia locale

Il progetto della questura di Perugia denominato“Borghi Sicuri” vede lavorare fianco a fianco la polizia di Stato e la polizia locale di Assisi al fine di garantire la sicurezza dei cittadini, in particolare di coloro che abitano nelle maggiori frazioni del territorio, attraverso una serie di controlli straordinari. Si tratta di aree molto estese, alcune delle quali ubicate in ambiente montano, caratterizzate dalla presenza di piccoli e isolati insediamenti urbani diventati, a causa della posizione geografica, obiettivi per il compimento di atti di microcriminalità.


da Anna Mossuto
ufficio stampa Comune di Assisi


Per contrastare tali fenomeni e dare alla collettività una presenza più visibile delle forze di polizia, facendo accrescere, al contempo, la percezione di sicurezza, il commissariato di Assisi, in collaborazione con il reparto prevenzione crimine Umbria-Marche e in sinergia con la locale polizia municipale, pone in essere servizi straordinari sul territorio delle frazioni di Tordandrea – Castelnuovo – Petrignano – Torchiagina – Tordibetto –Palazzo – San Gregorio- Capodacqua – San Vitale – Rivotorto e Costa di Trex.

I servizi, già iniziati, hanno interessato soprattutto le zone di Tordibetto, Palazzo e San Gregorio.  Si tratta di piccole frazioni e caratteristici borghi abitati da non più di 1500 persone. Nel corso dei controlli sono stati effettuati 20 posti di controllo, identificate 235 persone e fermati 110 autoveicoli; le attività delle forze di polizia hanno riguardato anche gli esercizi commerciali; sono stati, infatti, 8 quelli controllati nella zona.

Soddisfatti, e anche un piacevolmente sorpresi, i residenti hanno potuto apprezzare la presenza importante e rassicurante dei poliziotti e dei vigili urbani con i quali hanno potuto parlare e confrontarsi. Un presidio del territorio importantissimo per un comune come quello di Assisi, territorialmente esteso e con tante frazioni, in cui i cittadini apprezzano e plaudono alla vigilanza e al controllo da parte delle forze di polizia. L’amministrazione comunale ringrazia la questura di Perugia e gli agenti di polizia di stato che, unitamente alla polizia locale, stanno compiendo questi importantissimi servizi per la comunità.

 

 

1 Commento

  1. Dopo più di 5 anni “a vuoto” si rendono conto, finalmente, di una delle varie necessità più importanti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*