Scambio di droga tra giovanissimi, polizia Assisi denuncia 4 ragazzi

 
Chiama o scrivi in redazione


Scambio di droga tra giovanissimi, polizia Assisi denuncia 4 ragazzi

Scambio di droga tra giovanissimi, polizia Assisi denuncia 4 ragazzi

Quattro giovani denunciato a Bastia Umbra dalla Polizia di Assisi. Per due di loro l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

I ragazzi soon stati fermati una sera dopo aver notato uno scambio tra di loro nei vicoli del centro storico di Bastia. I due venivano identificati in un 25enne assisano, noto assuntore di sostanze stupefacenti e un 24enne, di origini albanesi, con precedenti penali. L’assisano veniva trovato in possesso di una piccola dose di cocaina e per questo sarebbe stato segnalato alla locale Prefettura in quanto assuntore abituale di sostanze stupefacenti.

Venivano intrapresi successivi accertamenti sulla base dei quali emergeva l’esistenza e l’operatività di un gruppo di alcuni uomini della zona che rifornivano le piazze della droga soprattutto sul territorio bastiolo. I loro clienti, quasi tutti giovanissimi, acquistavano da loro cocaina pagando la loro dose 70/80 euro.

Numerose le cessioni di droga accertate e documentate dalle quali emergeva un quadro probatorio importante soprattutto a carico di due dei quattro spacciatori.

Oltre al 24enne fermato, venivano individuati un 25enne, di origini albanesi, residente a Bastia Umbra, già arrestato a luglio scorso dai poliziotti di assisi che lo hanno trovato in possesso di quasi 7 grammi di cocaina; un 32enne di origini serbe anch’egli già arrestato l’anno scorso dagli agenti del Commissariato per spaccio di sostanze stupefacenti e infine un 26enne di origini albanesi con numerosi precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio.

Per tutti e quattro è scattata la denuncia in stato di libertà per il reato di cui all’art 73 DPR 309/90. Il 25enne albanese e il 32enne serbo, hanno tuttavia dimostrato una maggiore e sicura dimestichezza nello smercio di cocaina al dettaglio, e vista l’assenza di lecite e comprovate attività lavorative da essi svolte, è stato ritenuto più concreto ed attuale il rischio per loro di recidiva. Per tale motivo, il GIP presso il Tribunale, su richiesta della Procura della Repubblica di Perugia, emetteva a loro carico un’ordinanza di misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, che veniva prontamente eseguita dagli uomini del Commissariato P.S. Assisi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*