Sparo e vandalismo alla sede politica di Marco Cosimetti, ma è falso allarme

In un attimo, sul posto, sono piombati gli agenti della Polizia

 
Chiama o scrivi in redazione


Sparo e vandalismo alla sede politica di Marco Cosimetti, ma è falso allarme

E’ bastato un attimo che la voce circolasse in città e gli agenti della Polizia di Stato, del commissariato di Assisi al seguito del Vicequestore aggiunto Francesca Domenica  Di Luca, sono piombati per controllare in via Becchetti. Ma l’allarme è rientrato immediatamente, la sede per altro in qual momento chiusa –  del candidato del Centrodestra, Marco Cosimetti – in realtà ha la vetrata danneggiata come fosse stata colpita da proiettile, ma è un danno vecchio, Qualche cosa che, in sostanza sta lì da anni, ma che, nel clima elettoral politico di questi giorni ha fatto sì che più cittadini, spaventati, segnalassero un presunto episodio di vandalismo o peggio ancora di natura intimidatoria.

Si ricorderà, infatti, che nelle settimane scorse c’era stato un atto vandalico che aveva interessato i manifesti elettorali dei candidati in questa tenzone elettorale delle amministrative 2021. E da un vandalico la fantasia è corsa veloce a pensare qualche cosa di terribilmente più serio.

Quanto la nostra redazione è arrivata sul posto, la polizia stava già partendo. La Rosa poteva sembrare quella di uno sparo, mentre, invece, come detto, il danno al vetro sta lì chissà da quanto tempo.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*