3T angelano, un pezzo di foro italico? Claudio Ceccomori lo dimostra

3T angelano, un pezzo di foro italico? Claudio Ceccomori lo dimostra

da Lorenzo Capezzali
3T angelano, un pezzo di foro italico? Claudio Ceccomori lo dimostra. Un pezzo di Foro Italico, il 3T angelano di tennis in questo periodo? Perché no, osservando materia e partecipazione di ragazzi in erba e dei più grandicelli i cui pigmalioni rimangono Claudio Ceccomori ed Elena Schiattelli. Ceccomori è un B2 Fit, dal passato sicuro atleta dalle differenze d’impostazione e di fantasia notevoli che lo avevano lanciato verso posizioni di tabellone di eccellenza. Il bastiolo impartisce lezioni di prima qualità accompagnate  da interlocuzione in diretta con i ragazzi.

E’ proprio qui la novità o l’agenda di lavoro tennistico di Claudio Ceccomori, che nel mentre indica ai vari piccoli tennisti  come portarsi al colpo in ogni angolo del campo  si relazione verbalmente con loro attraverso frasi di sostegno morale, umano e di simpatia senza dimenticare frasi ad effetto e di colore (fermati non così, perché sei andato troppo in basso con la racchetta. Dovevi colpire la pallina meglio e via dicendo).

Chi riceve questi messaggi rimane psicologicamente sensibilizzato nell’apprendere e nel non stancarsi fisicamente. Insomma racchetta sì ma anche una buona dose di linguaggio forbito del maestro Ceccomori. Si vede lontano un miglio che i ragazzi sono contenti e ricettivi, allegri e di susseguo didattico manifestando socializzazione e sano antagonismo nel superare chicchesia all’abbisogna.

Un dettaglio, questo, che valorizza intendimenti e propositi concreti del programma 3T maneggiando la racchetta ed assorbendo i primi rudimenti del manuale e della tattica nonché le varie posizioni in verticale e di mezzo volo quando c’è da chiudere.

Il quadro assume un forte connato di qualificazione pedagogica generale che con il maestro Ceccomori trova un concreto  e naturale sbocco. Così il 3T angelano prende sempre più il volo di centro sportivo polivalente!.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*