Alla scoperta di Francesco Maturanzio con Accademia Properziana del Subasio

Alla scoperta di Francesco Maturanzio con Accademia Properziana

Alla scoperta di Francesco Maturanzio con Accademia Properziana del Subasio

Nell’ambito de “I Venerdì dell’Accademia”l’Accademia Properziana del Subasio va in trasferta da Assisi a Perugia, nella Biblioteca Augusta: venerdì 4 gennaio alle 16 si terrà un incontro per scoprire la figura di Francesco Maturanzio, importante letterato perugino.  “Sospeso tra due mondi e tra due ere. Francesco Maturanzio, ovvero l’amore per la Grecia e per i libri antichi”: questo il titolo dell’incontro cui seguirà una visita guidata alla mostra bibliografico-documentaria sul Maturanzio.

L’Accademia Properziana del Subasio di Assisi, nell’ambito dei suoi appuntamenti istituzionali denominati “I Venerdì dell’Accademia”, organizza per venerdì 4 gennaio 2019, alle ore 16, un incontro presso la Biblioteca Augusta del Comune di Perugia dal titolo: “Sospeso tra due mondi e tra due ere. Francesco Maturanzio, ovvero l’amore per la Grecia e per i libri antichi”.

Oggetto dell’incontro sarà la figura di tale importante letterato perugino, di cui nel 2018 è ricorso il 500° anniversario della scomparsa. In tale occasione la Biblioteca Augusta, in collaborazione con l’Archivio di Stato di Perugia, ha allestito presso la propria sede una mostra bibliografico-documentaria per illustrare e valorizzare adeguatamente questa singolare figura di intellettuale umanista al servizio della propria comunità cittadina che si esplica nella sua molteplice attività di docente universitario, segretario comunale, ambasciatore, storico municipale, letterato al servizio delle arti.

A tale scopo sono stati richiesti prestiti librari e documentari ad istituzioni culturali cittadine ed esterne in modo da poter ricostruire la vita di Maturanzio, la sua formazione culturale nel nord Italia, i viaggi da lui intrapresi in Grecia e a Venezia per procacciarsi materiale bibliografico, la sua biblioteca privata, la sua attività di docenza, il molteplice apporto intellettuale da lui fornito alla città di Perugia.

Nel corso della sua vita egli mette insieme una ricca biblioteca di testi di autori classici greci e latini, manoscritti e a stampa, comprensiva di alcuni preziosi codici greci originali. Tale importantissima raccolta, per sua disposizione testamentaria donata alla biblioteca dell’Abbazia dei Benedettini Cassinesi di S. Pietro di Perugia, successivamente è pervenuta in buona parte alla Biblioteca Augusta della medesima città. L’incontro, comprensivo di una visita guidata alla mostra, sarà tenuto a cura di Paolo Renzi, Accademico properziano, Istruttore culturale presso l’Ufficio Fondo Antico della Biblioteca Augusta.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*