Assemblea diocesana Assisi, presentato il nuovo piano pastorale

 
Chiama o scrivi in redazione


Assemblea diocesana Assisi, presentato il nuovo piano pastorale

Assemblea diocesana Assisi, presentato il nuovo piano pastorale

“Mettiamoci insieme per ascoltare cosa lo spirito di Dio dice alle nostre diocesi e superiamo i particolarismi perché le differenze non sono necessariamente un problema, ma una ricchezza”. Lo ha detto monsignor Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto – Norcia e presidente della Conferenza episcopale umbra, intervenendo, sabato mattina 14 settembre, all’assemblea diocesana che si è svolta alla Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli. Nella sua relazione monsignor Boccardo ha illustrato le motivazioni, gli obiettivi, i temi e le modalità che hanno portato alla convocazione della prossima assemblea ecclesiale regionale, in programma a Foligno il 18 e 19 ottobre prossimi.

La due giorni, organizzata in sette tavoli di lavoro, come spiegato da monsignor Boccardo “vuole essere uno sguardo amoroso rivolto alle nostre Chiese; uno sguardo non ansioso, rassegnato o ingenuo, ma coraggioso e capace di guardare al futuro”.

Le finalità, sottolineate dal presidente della Ceu, sono quelle di delineare un processo che tenga conto della difficoltà del momento e di “fare dello stile e mentalità sinodale un modo e un metodo del nostro essere ‘Chiesa in missione’, al servizio della gioia del Vangelo tra la gente del nostro territorio. L’assemblea ecclesiale – ha aggiunto – dovrà essere occasione per un evento dello Spirito, cioè di autentica esperienza spirituale ed ecclesiale in cui tutti sono protagonisti. E lo sarà in tre momenti diversi e complementari: nella preghiera, nel discernimento spirituale e pastorale, nella comunione. l’Assemblea si celebra in “stile sinodale”, cioè pregando insieme, pensando insieme, progettando insieme, lavorando insieme”.

A questo proposito monsignor Boccardo ha sottolineato come la diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, attraverso la celebrazione del Sinodo, abbia già intrapreso questo cammino sinodale.

Dopo l’intervento del presidente della Ceu si è svolta la tavola rotonda con la partecipazione di due religiosi, padre Alfredo Avallone, frate minore conventuale e suor Patricia Paola Pennese, religiosa delle Suore francescane missionarie di Assisi, e di una coppia di Valfabbrica Catia Santioni e Giuseppe Mancini sposati dal 2005 con tre figli, che hanno parlato della loro esperienza sul senso della preghiera.

In particolare, padre Alfredo ha definito la preghiera come il nucleo della vita raccontando anche l’esperienza degli ospiti dell’istituto Serafico che segue spiritualmente. “La preghiera è autentica – ha detto – se apre alla relazione umana, alla solidarietà e fraternità”.

“La preghiera è la bella notizia e la gioia di noi cristiani che camminiamo verso l’eternità”. Lo ha affermato suor Patricia, la quale parlando delle difficoltà che incontrano i giovani nella preghiera, ha spiegato che essi sono sensibili e hanno bisogno di autenticità, originalità e non di forma. “Bisogna mettersi accanto ai giovani con il coraggio di raccogliere il sogno che Dio ha pensato per loro”.

Gli sposi di Valfabbrica hanno parlato della preghiera individuale, di coppia, di famiglia che è il “sale” della loro vita cristiana.

Al termine della tavola rotonda il vescovo diocesano, monsignor Domenico Sorrentino. ha chiuso l’incontro anticipando le linee guida del nuovo piano pastorale del terzo anno della liturgia dedicato ai sacramentali, pietà popolare e preghiera personale. Nello spiegare le indicazioni operative che lo contraddistinguono, ha puntato molto su una maggiore formazione, annunciando la creazione di una Scuola di preghiera all’Istituto Serafico oltre alla scuola di Bibbia e vita cristiana che continuerà anche quest’anno; su una migliore organizzazione del calendario diocesano a cui tutti devono fare riferimento prima di programmare i vari momenti annuali, e poi sulla necessità di utilizzare al massimo i moderni strumenti di comunicazione per essere in sinodalità. A questo proposito ha fatto presente di avere realizzato dieci audiovisivi sulla liturgia a partire dal catechismo della chiesa cattolica che saranno a disposizione dei preti e dell’intera comunità.

Il piano pastorale sarà consegnato domenica 15 settembre nel corso di una cerimonia nella cattedrale di San Rufino con inizio alle ore 17. Durante la messa ci sarà anche l’ordinazione presbiterale di don Simone Petrosino, giovane della diocesi originario di Sigillo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*