Assisi, approvano il canone concordato sulle case

È stato presentato, in mattinata presso gli uffici comunali di S. Maria degli Angeli, l’accordo per il “canone concordato” al fine di “mediare” le esigenze fra categorie, proprietari e inquilini e quindi sviluppare aspetti socio economici nonché favorire la soluzione dei problemi legati alla casa (ed evitare l’aumento degli sfratti).

L’accordo porta a contratti, fra proprietari e inquilini, che generano “canoni calmierati”, benefici e “sgravi fiscali” significativi (è il primo “accordo di questo tipo” determinato in Umbria secondo i nuovi quadri legislativi) sia per persone, famiglie e studenti universitari.

Oltre al Sindaco di Assisi Claudio Ricci (che ha ricordato come ad Assisi l’addizionale IRPEF sia uguale a zero) erano presenti il Vice Sindaco Antonio Lunghi e l’Assessore Monia Falaschi (che hanno seguito, con competenza e incisività, la procedura) nonché i Consiglieri Comunali Daniele Martellini, Franco Brunozzi e Ivano Bocchini.

Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci ringrazia il Consigliere Comunale Luigi Marini che presentò (da relatore) la specifica “mozione” in Consiglio Comunale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*