Assisi, approvato bilancio 2014, minori tasse per 400 a famiglia

Assisi, Assemblea elettiva Confcommercio nei locali della nuova sede

Assisi, 17 aprile 2014: il Consiglio Comunale (foto, piazza del Comune) ha approvato (con i voti favorevoli della maggioranza) il bilancio preventivo 2014 (nei termini previsti dalla legge), con l’ampia relazione dell’Assessore Moreno Massucci (che il Sindaco Claudio Ricci ha voluto ringraziare per il grande lavoro svolto, unitamente agli uffici comunali) non applicando l’addizionale IRPEF posta a zero (tra i pochissimi comuni italiani a farlo), non applicando la tassa di soggiorno, non aumentando le tariffe sociali (quali mense e trasporti scolastici, per ridurre del 50% il costo per le famiglie) e non applicando la tassa di scopo (in totale sono state evitate maggiori tasse per circa 400 €, all’anno, per famiglia e attività).

Nel periodo 2011/14 sono diminuiti, al Comune di Assisi, 4.5 milioni €  (incluso ciò che rimane da IMU e ora TASI, imposte dal Governo) di finanziamenti e per contenere le tasse comunali l’amministrazione comunale ha risparmiato, riducendo la spesa corrente, il 10% circa (nel periodo 2011/2014). Sempre per risparmiare, e sostenere famiglie e attività, i contributi sono diminuiti (rispetto al 2006) del 28% e, dal 2016, diminuiranno molto le quote di ammortamento dei mutui (di circa 720.000 € e questo potrà dare, se non ci saranno vincoli del Governo, un ulteriore volano di circa 9.5 milioni € per nuovi investimenti in opere).

Un bilancio “oculato e prudente”, citano l’Assessore Moreno Massucci e il Sindaco Claudio Ricci, che “consolida” il quadro economico del Comune, contiene le tasse e assicura servizi e nuovi investimenti in opere e infrastrutture in tutto il territorio (inclusa una ampia attenzione alle manutenzioni).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*