Assisi e Bari più vicine collaborazione su scambi culturali e turistici

 
Chiama o scrivi in redazione


Assisi e Bari più vicine collaborazione su scambi culturali e turistici

Assisi e Bari più vicine collaborazione su scambi culturali e turistici È stato firmato ieri, 9 maggio, nella sede del Municipio barese, il Protocollo di collaborazione tra le Città di Bari e Assisi. Dai due sindaci, Antonio Decaro – sindaco di Bari e Presidente ANCI – e Stefania Proietti, Sindaco di Assisi, è stato sottolineato il valore dei forti legami che uniscono le due comunità, fondate sulla vita e sui valori di due santi straordinari e di respiro internazionale come San Nicola e San Francesco.

LEGGI ANCHE: Università di Brandeburgo ad Assisi, un master per lo studio del patrimonio culturale della città

Il protocollo sarà foriero di positive contaminazioni tra le due Città, sia negli ambiti della storia che della tradizione, della religiosità, dell’arte e della cultura, degli scambi turistici e della condivisione delle buone pratiche. I due primi cittadini si sono impegnati a sviluppare proposte e iniziative per favorire la valorizzazione dei rispettivi territori e delle relazioni che posso portare a risvolti turistici oltre che culturali. Tra le iniziative in cantiere una mostra di artisti pugliesi ad Assisi e la valorizzazione di un cammino sulle orme percorse dal Serafico San Francesco verso la Terrasanta, in vista dell’Ottocentenario dell’arrivo di San Francesco in Terrasanta che sarà celebrato nel 2019.

Il primo passo di questa unione si è concretizzato grazie all’apporto dell’assessore Simone Pettirossi e dell’Ufficio UNESCO assisano, in sinergia con Giuseppe Cascella, consigliere presidente della Commissione permanente cultura, turismo, marketing e sport del municipio di Bari grazie al prezioso supporto della fondazione Nikolaus.

LEGGI ANCHE: Ad Assisi l’assemblea generale dei Siti Unesco italiani

Ricco è stato il programma dedicato alla Città di Assisi, il cui Sindaco è stato invitato a presenziare all’evento principe per il territorio pugliese sotto il profilo della religiosità e della tradizione, ovvero la processione del Santo Nicola “a mare”. Successivamente la delegazione della Città Serafica ha assistito alla manifestazione culturale in onore di Assisi presso il Teatro Abeliano e all’eccezionale spettacolo pirotecnico in onore del Santo Patrono di Bari.

Significativa, nella mattina del 9 maggio, la partecipazione del Sindaco di Assisi, insieme al Sindaco di Bari e alle autorità civili e militari, alla solenne commemorazione in ricordo di Aldo Moro, a 40 anni dall’omicidio dello statista.

A Bari per decisione della Giunta Comunale è stato infatti realizzato un itinerario in memoria di Aldo Moro, attraverso cinque targhe in pietra posizionate in altrettanti luoghi della città che hanno segnato la vita dell’uomo e del politico, in un percorso simbolico che intende onorare lo statista pugliese a 40 anni dal suo omicidio. L’amministrazione comunale ha inteso così ricordare alcuni periodi trascorsi da Aldo Moro a Bari, città in cui si è formato, ha insegnato e a cui era particolarmente legato.

Dopo questi momenti di commemorazione i due Sindaci, Antonio Decaro e Stefania Proietti, hanno sottoscritto, nella sede municipale di Bari, il protocollo di collaborazione tra le due città.

“Caro Sindaco e presidente dei Sindaci di Italia – ha proseguito Stefania Proietti – San Francesco è patrono d’Italia e di tutti i Comuni d’Italia, e dunque è anche il nostro patrono in questo servizio straordinario che siamo chiamati a svolgere. In comune le nostre città – sebbene diverse per dimensioni – hanno la guida di questi fari straordinari di valori che sono i nostri due santi. Siamo città che si sforzano di essere vicine ai più poveri, a coloro che soffrono, agli oppressi e a chiunque si impegni nella custodia del creato e nella costruzione della pace. Bari è stata un esempio fulgido della capacità di accogliere anni fa, un tema quanto mai attuale in questa fase storica.

La Città Serafica tra qualche giorno accoglierà la cancelliera Merkel, invitata dai francescani, in nome dei valori guida della nostra Europa e, poco dopo, saremo Città di Tappa del 101 giro d’Italia, una tappa particolare, dedicata a Gino Bartali che con il suo spirito cristiano, facendo la spola tra Assisi e Firenze, ha salvato moltissimi ebrei dalle persecuzioni razziste. Ci sono tanti tratti che accomunano Bari e Assisi su temi e valori fondanti come l’accoglienza di coloro che soffrono, e che devono trasferirsi nel nostro impegno quotidiano ed istituzionale.

Il nostro primo passo, oggi, guarda a questi tratti comuni delle nostre Città formalizzando una collaborazione che promuova lo sviluppo culturale e turistico, anche valorizzando in chiave attuale  il cammino di Francesco che, in viaggio per la Terra Santa, ha visitato la vostra terra. Un percorso spirituale e di valori. Voglio ringraziare il consigliere Cascella, la fondazione Nikolaos e questa straordinaria città che ci ha accolto con un bellissimo abbraccio nei giorni della festa di San Nicola”. Al termine dell’incontro Antonio Decaro ha donato a Stefania Proietti la sacra manna di San Nicola, ricevendo in cambio un ramoscello d’ulivo d’Assisi ricoperto d’argento, simbolo e augurio di pace.

Il Sindaco Decaro ha dichiarato che sarà in Assisi nel prossimo autunno per restituire la visita e per gettare le basi di un patto d’amicizia tra le due comunità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*