Assisi Food Truck Festival 2019 al gran finale: è il giorno dell’Assisi Food Truck Awards |Fotogallery

n serata il concerto live del gruppo Carro Bestiame (Gipsy Jazz/Folk)

 
Chiama o scrivi in redazione


Assisi Food Truck Festival 2019 al gran finale: è il giorno dell’Assisi Food Truck Awards |Fotogallery

Assisi Food Truck Festival 2019 al gran finale: è il giorno dell’Assisi Food Truck Awards |Fotogallery

 
In serata il concerto live del gruppo Carro Bestiame (Gipsy Jazz/Folk): l’ingresso ai concerti e all’intera area dell’Assisi Food Truck Village è gratuito 
Giornata conclusiva per la quinta edizione dell’Assisi Food Truck Festival 2019 organizzato dall’Associazione Culturale Sofà con il Patrocinio del Comune di Assisi. Domenica 1 settembre, a pranzo e a cena, cucine aperte come sempre con ingresso gratuito. Possibilità di parcheggiare liberamente dalle 19 al parcheggio Saba adiacente lo spazio del festival.
Intorno alle 20 all’Assisi Food Truck Festival 2019 si assegna l’attesissimo Assisi Food Truck Awards con la premiazione del pregiato concorso giunto ormai al quinto anno. Al vincitore, per la prima volta dall’inizio del festival di Assisi, sarà consentito di partecipare di nuovo all’edizione 2020 dell’Assisi Food Truck Festival & Village per un ritorno che già annuncia la prossima edizione dopo l’ennesimo successo.
Vincerà il Food Truck più votato: attraverso dei coupon cartacei forniti al bar con ogni consumazione, tutti hanno potuto e potranno ancora esprimere, nell’ultima giornata del festival del cibo di strada fra i più importanti d’Italia, la propria preferenza votando il proprio Food Truck preferito.
In lizza, tutti i Food Truck presenti sul piazzale adiacente al Teatro Lirick: Carciò, Arrosticino divino, Mad bbq, La Panella, Ramen street food, La pucceria, Sfizio capitale, Churritos, Jolly food, Cookie jam, I love gnocco fritto, Eat me, Food family, La Posada Latina, Bocadillos, Tricche truck, Coco loco, Ao!street food, Habanero vegan food, Patarts.
La giuria di esperti decreterà il vincitore dell’Assisi Food Truck Festival 2019, fra i migliori tre votati dal pubblico che saliranno sul palco.
A chiudere la quinta edizione dell’Assisi Food Truck Festival & Village, il concerto live del gruppo Carro Bestiame (Gipsy Jazz/Folk).

5 Commenti

  1. Concerto del gruppo carro bestiame…famosissimo in tutto il mondo. Manifestazione riuscitissima..bellissima..in linea con lo spirito della città di Assisi. Cibo da strada..idea fantasmagorica. Un’altra di questa strampalata amministrazione. Turisti da tutte le parti del mondo accorsi in quel bellissimo spazio in mezzo al niente dietro alla Montedison. Siamo ormai in contesti “fantozziani” con tutto il rispetto x Fantozzi che almeno strappava un sorriso ogni tanto.

  2. Sempre positivo e propositivo sig. Neri, le inserisco due righe per chiarire chi sono gli organizzatori (ragazzi) che tipo di manifestazione è e a che target si riferisce…. o i nostri giovani non devono avere un proprio spazio di espressione??
    Tanta pace (grazie al Cuore immacolato di Maria)

    “In serata, oltre all’Assisi Food Truck Awards 2019, il concerto live dei ”Carro bestiame” ha chiuso la manifestazione. “Siamo doddisfatti – ha sottolineato Gabriele Fabbrizi, rappresentate e portavoce dell’Associazione Culturale Sofà (ideatrice, curatrice ed organizzatrice dell’Assisi Food Truck Festival & Village) che ha consegnato sul palco il premio ai vincitori unitamente ad alcune ragazze dello staff – si è chiusa un’edizione importante caratterizzata da un tempo incerto, ma siamo soddisfatti e felici.

    Sono stati mesi duri ed impegnativi, praticamente senza sosta: dopo Riverock (l’Associazione Culturale Sofà organizza diversi eventi nel territorio di Assisi e circostante, ndr) il Food Truck Festival & Village. Un grazie particolare all’Amministrazione Comunale, a tutti coloro che hanno dato il proprio contributo con importanti collaborazioni, grazie ai partecipanti, veri protagonisti, grazie davvero a tutti!”.

  3. I nostri giovani dovrebbero alzare un po’ il livello e come si dice ” l’asticella” caro il nostro difensore di tutte le cause perse. Organizziamo manifestazioni culturalmente interessanti..coinvolgiamo magari ragazzi universitari provenienti da altri paesi ( magari in erasmus) imparassero l’inglese visto che siamo gli ultimi in europa…facciamo tavole rotonde dove poter esprimere le proprie opinioni idee su argomenti attuali….NON INGOZZARSI DI CIBO DA STRADA CARO MIGLIOSI…ANCHE MANGIAR BENE E SANO È CULTURA OLTRE CHE SALUTE…SPAZIO DI ESPRESSIONE….MA CHE DICE….MA CHI LE SCRIVE GLI ARTICOLI….

  4. Oppure fare da soli, quello che desiderano, sanza tanti obblighi verso noi adulti che gli diciamo anche come divertirsi, le lingue, l’erasmus, i caffe o tandem linguistici se li cercano da soli così come quando vanno all’estero cercano il LORO cibo di strada, piena espressione culturale del luogo che si vive o si visita.
    Naturalmente parlo per esperienza familiare e dei tanti giovani che conosco.
    Vede, anche il Gambero Rosso fa la classifica dei migliori presidi di cibo di strada …
    Non è una moda ne per antonomasia cibo spazzatura ….
    Pace, come sempre le auguro di vedere le cose su prospettivd positive e di pace.
    https://www.google.com/amp/s/www.gamberorosso.it/notizie/articoli-food/classifica-delle-migliori-porchette-dei-castelli-romani/amp/

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*