Bando “Noinsieme”, 152 domande nella zona sociale 3, 58 saranno finanziate

 
Chiama o scrivi in redazione


Da lunedì 8 uffici comunali aperti, si entra su appuntamento, ecco le regole

Bando “Noinsieme”, 152 domande nella zona sociale 3, 58 saranno finanziate

È stata pubblicata la graduatoria definitiva dell’avviso “Noinsieme”, finanziato dalla Regione Umbria con risorse europee e finalizzato all’attivazione di misure di sostegno al reddito per persone che si trovano in difficoltà socio economiche, anche a seguito dell’emergenza Covid, tramite l’erogazione di buoni spesa e il rimborso di utenze domestiche.

© Protetto da Copyright DMCA

Sono state 152 le domande pervenute nei cinque Comuni della Zona sociale n. 3, che vede Assisi come capofila.

Rispetto al totale delle istanze presentate, sono risultate 135 le domande valutabili ai fini della definizione della graduatoria definitiva, di cui 81 ammesse a beneficio e 54 escluse per mancanza dei requisiti previsti dal bando.

Considerando che per l’attivazione dell’intervento nella Zona Sociale n. 3 è stato stanziato un importo pari a 175.280 euro, sono state 58 le domande ammissibili a finanziamento.

Ai beneficiari verranno erogati, per sei mesi, buoni spesa da 400 euro mensili (per un totale di 2.400 euro), per l’acquisto di beni di prima necessità e farmaci, utilizzabili presso esercizi commerciali iscritti in un apposito elenco zonale. È previsto anche un contributo di 300 euro per il pagamento delle utenze domestiche. I destinatari della misura potranno, inoltre, usufruire di un servizio di ascolto attivo, sostegno sociale e orientamento messo a disposizione dai Comuni della Zona Sociale n. 3.

La graduatoria è consultabile sui siti internet dei comuni di Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara e Valfabbrica.

“L’avviso Noinsieme – sottolinea il sindaco di Assisi, Stefania Proietti – è un’ulteriore misura attivata sul territorio per cercare di dare una risposta concreta ai bisogni delle persone, in un momento storico particolarmente difficile in cui, a causa della pandemia, sono in crescente aumento le forme di disagio economico e sociale. Come già accaduto per il bando Family Tech, i fondi stanziati dalla Regione Umbria per i Comuni della nostra Zona sociale non sono sufficienti a soddisfare le reali necessità. Auspichiamo quindi che la Regione metta a disposizione ulteriori risorse per poter dare una risposta a tutti gli aventi diritto”.

A proposito degli interventi promossi dal Comune di Assisi contro forme di povertà e disagio dovute all’effetto Covid, il sindaco sottolinea che “è in corso la distribuzione dei buoni spesa legati all’emergenza epidemiologica con un finanziamento di oltre 182mila euro, sono stati stanziati fondi specifici per contributi economici a sostegno di persone e famiglie in difficoltà per la perdita di lavoro a causa della pandemia ed è stata attivata una rete di sostegno, con il coinvolgimento di associazioni del territorio, anche per quanti si trovano a vivere direttamente il contagio e il conseguente isolamento sociale”.


Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica [162.00 B]

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*