Bando per gli artigiani del comune di Assisi

Per iniziativa dell’Assessore alle Finanze, Antonio Lunghi, che ha perorato le esigenze della Confartigianato di Assisi, presieduta da Giorgio Buini, il consiglio comunale del 27 novembre ha approvato un bando per l’aiuto alle piccole imprese operanti nel territorio del Comune di Assisi nel settore dei beni e servizi.

Possono partecipare al bando tutte le imprese artigianali, commerciali e di servizio che abbiano almeno un dipendente.
Lo scopo è quello di aiutare le attività che intendano ristrutturare finanziariamente le rispettive aziende e promuovere interventi di investimento rivolti allo sviluppo e all’ammodernamento delle attività esistenti.

Il fondo messo a disposizione dell’Amministrazione comunale é di € 60.000, di cui:
– 15.000 destinati ad interventi di ristrutturazione finanaziaria;
– 45.000 da destinare ad interventi di sviluppo e ammodernamento dei luoghi di lavoro.

Il contributo è concesso per un importo equivalente all’1 % su base annua del finanziamento offerto dalla banca, calcolato per il periodo di concessione del prestito bancario e comunque non superiore a 4 anni.

Il contributo verrà erogato a fronte di una spesa ammessa al finanziamento non superiore a 50.000 euro per interventi di miglioramento e 20.000 euro per ristrutturazioni finanziarie.

Ad esempio, un finanziamento di € 10.000 per 5 anni ad un tasso di interesse del 6,5% determina un costo complessivo di € 1.740. Il contributo concesso sarà di € 400,00, e quindi il costo totale degli interessi scenderà ad € 1.340,00, con una riduzione dell’ 1,25 % sul tasso.

Altro esempio, un finanziamento di € 10.000 ad un tasso del 4,5 % in tre anni comporta una spesa per interessi di € 709. Il contributo di € 300 determina un abbattimento complessivo dell’1,5 % sullo stesso tasso.

Passo successivo sarà quello di interessare tutti gli istituti di credito operanti nel territorio, per definire una convenzione specifica per la realizzazione del bando. Lavoreremo per un accordo che sia il piú conveniente possibile per le attività interessate.

La pratica è stata predisposta dalla responsabile del Settore Istituzionale e Finanziario, Patrizia Laloni, con la consulenza del bancario Eolo Cicogna, che l’Amministrazione ringrazia per il suo contributo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*