Chi parla troppo, ti vuol fregare, l’azione fa la storia, la parola fa il pettegolezzo

Chi parla troppo, ti vuol fregare, l’azione fa la storia, la parola fa il pettegolezzo

da Giorgio Bastianini (Libero cittadino che spera nei liberi cittadini!)
Chi parla troppo, ti vuol fregare, l’azione fa la storia, la parola fa il pettegolezzo. Ogni giorno arrivano dai fatti le conferme che la classe politica vecchia e nuova ad ogni livello, da quello nazionale a quello comunale è desiderosa solamente di fare gli interessi di noi cittadini…??? In attesa di raccogliere i frutti del nuovo governo con le tante promesse e dichiarazioni, in questi mesi di viaggi vacanzieri, abbiamo e stiamo pagando i carburanti:

  • gasolio euro 1,50/56
  • benzina 1,60/65

Nessun commento, nessuna spiegazione, non dovevano diminuire le tasse?

Tanto parlare di sorella acqua, acqua depurata, quanto mi costi?

Allego per conoscenza parte della bolletta in visione di tutti

*******************************************

-quota fissa                                                           3,92

-aquedotto                                                          89,03

-fognatura                                                           18,90

-depurazione                                                       52,62

-oneri perequazione                                              2,78

-altri addebiti/accrediti legati a forniture              0,16

-totale acconti restituiti                                      -75,27

-totale imponibile                                                92,14

-totale iva                                                               9,20

TOTALE FATTURA                                            101,34

********************************************

Il servizio reso alla comunità dei cittadini dall’azienda “partecipata” è buon fare? Con la speranza che la febbre del Nilo non diventi una emergenza delle responsabilità sempre dopo?

Quest’ anno abbiamo provveduto al trattamento anti zanzare?

Con la speranza che le bombe d’ acqua non ci colpiscano, i tombini, le forazze del territorio comunale le abbiamo pulite????

Ed ecco  che ci si ripresenta il solito problema tra paese virtuale e reale.

Ecco, il vero nocciolo del cancro che affligge la Politica e la società civile italiana è il consenso.

Quel consenso che è necessario ai politici per governare e senza il quale il loro potere sarebbe nullo, quel consenso per il quale, quindi, sono disposti a qualsiasi promessa e qualsiasi compromesso; il consenso è potere, il potere è denaro ed il denaro riesce a dare tanti benefici.

Il potere politico pretende il consenso, in cambio anche dei più scontati diritti Civili dei cittadini.

Da cittadino qualunque, suggerisco alla politica una riforma facile per la nostra scuola.

Per formare dei cittadini e non solo degli elettori spesso poco consapevoli, si dovrebbe dare molta più importanza all’ educazione civica che dovrebbe essere sviluppata e promossa in tutte le scuole diventando una delle materie più importanti con esami-barriera per il superamento dei cicli e per il conseguimento dei titoli di studio.

Si dovrebbe insegnare: storia delle ideologie e dei partiti politici, la Costituzione, la struttura del Governo Centrale , Regionale, Provinciale e Comunale e il loro funzionamento, i diritti e i doveri dei cittadini, degli amministratori e dei governanti, le leggi ed i regolamenti elettorali, le strutture dei principali organi Legislativi esecutivi e giudiziari.

Ma forse ai governanti vecchi e nuovi, fa più comodo che ci siano i creduloni ignoranti!

La civiltà della comunicazione che potrebbe essere un mezzo di evoluzione dell’ umanità se fosse nella possibilità di tutti, anziché essere strumento nelle mani di pochi, attenti che non diventi la civiltà prevaricazione, una moderna schiavitù ottenuta con l’ inganno ed il condizionamento.

 

1 Commento

  1. Caro Bastianini è chiaro da sempre che la poca cultura e conoscenza dei propri diritti da parte del cittadino è sempre stata un’arma in mano ai politici che con questa realtà riescono ad acquisire consenso come dici tu con molto poco. Basta promettere 2 pali della luce,un camion di breccia, un po di catrame ed il gioco è fatto. Quelli che sono diritti del cittadino vengono fatti passare come favori,concessioni da parte del politicante di turno che spesso è altrettanto “ignorante” culturalmente parlando ma con le promesse riesce ad estorcere (passami il termine)la fiducia con la quale poi restare incollato alla poltrona per chissà quanto tempo. Ma questa è la fotografia del nostro paese dove i giovani in gamba se ne vanno giustamente perché non hanno futuro e noi ci teniamo quello che meritiamo. Ogni paese ha i governanti che si merita giusto???? Buona giornata

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*