Consiglio Comunale di Assisi del 27 novembre 2014 – Lo scippo si ripete!

Realtà Popolare, Consiglio comunale è senza orientamento politico Realtà Popolare non può permettere che il Comune di Assisi, venga gestito in siffatta maniera

Da Rino Freddii
Capogruppo “Per Assisi Popolare” Consiglio Comunale Assisi
ASSISI – Nella seduta del Consiglio Comunale del 27 novembre è stato approvato, nel pieno rispetto della tempistica prevista dalle norme vigenti, l’assestamento di bilancio. Anche in questa occasione dai banchi (semivuoti) dell’opposizione non è venuta nessuna critica a chi crede di risolvere i problemi delle famiglie trasformando i Comuni in esattori e riducendogli le risorse. Mi riferisco al Governo Renzi che, agli oltre 700mila euro “scippati” ad Assisi poche settimane prima della verifica degli equilibri, ha previsto i giorni scorsi un ulteriore “prelievo” di 500mila euro, portando così a 2 miliardi delle vecchie lire il taglio dei trasferimenti spettanti alla nostra comunità. Nonostante ciò, e in controtendenza con la quasi totalità dei comuni italiani, grazie a un’attenta gestione del denaro pubblico, alla riduzione del 10% delle spese correnti e alla non accensione di nuovi mutui siamo riusciti anche questa volta a non mettere le mani in tasca ai cittadini. Anzi, nella stessa seduta consiliare abbiamo approvato, con il solo voto della maggioranza, la concessione di 60mila euro per lo sviluppo e la ristrutturazione finanziaria di quelle aziende che ne hanno bisogno. Con questo atto non pensiamo certamente di aver risolto i problemi legati all’occupazione e alla mancanza di liquidità delle imprese, ma lo riteniamo un primo passo, un segno tangibile dell’amministrazione comunale verso quegli imprenditori che intendono, nonostante tutto, portare avanti e incrementare la propria attività.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*