Dona un box al canile di Ponterosso di Assisi, una struttura unica nell’area

 
Chiama o scrivi in redazione


Dona un box al canile di Ponterosso di Assisi, una struttura unica nell’area

Autrice del generoso gesto è una cittadina bastiola, Lorena Secondini, che stamattina ha anche assistito alla posa in opera di questo spazio unico per tipologia nel canile comprensoriale di Santa Maria degli Angeli.

“Avevo sentito della campagna mediatica “dona un albero al canile” – fa notare Lorena Secondini – ma, nel vedere tanti cani in box stretti e alquanto scomposti, ho creduto più urgente realizzare uno spazio per la loro comodità. L’ho ragionato con il responsabile del canile, Mirko Mela, e un buon fabbro di Bastia, Enrico Ceccarani, perchè la mia passione per gli animali potesse divenire un concreto atto d’amore, oltre ad offrire una spinta non solo emotiva ai tanti che, come me, hanno a cuore la vita degli animali”.

Si tratta di una solida struttura in ferro zincato, inossidabile alle intemperie e, soprattutto, con tetto termico.

Sarà utile per il trasferimento di alcuni animali in vista della prossima riqualificazione di un’area del canile comprensoriale, attesa da tempo, che vedrà anche uno spazio idoneo ad ospitare gatti. In questi giorni sono arrivati al canile ben venti cuccioli abbandonati e quattro adulti senza chip, di cui uno fortunatamente per merito dei social, ha ritrovato il padrone.

Nel 2018 le adozioni sono state 62.

“Mi è piaciuto rendere nota questa particolare donazione al canile Ponterosso perché animato, pur in uno spazio sempre più stretto di fronte alla crescente emergenza dell’abbandono e del maltrattamento, da una cura concreta verso i cani, ai quali si offre – ed è una rarità – mezz’ora al giorno di libertà a turnazione all’interno del canile, aperta anche a chi vuole offrire a questi sfortunati una passeggiata in compagnia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*