Fontanella di acqua, inaugurata la prima a Santa Maria degli Angeli

È stata inaugurata oggi a Santa Maria degli Angeli la prima fontanella di acqua con erogazione meccanizzata a prezzo molto vantaggioso, installata nel Comune di Assisi. L’impianto eroga acqua naturale, gassata e refrigerata. “Si tratta di una piccola ma grande opera”, ha sottolineato il vicesindaco di Assisi, Antonio Lunghi, che ha voluto e permesso la realizzazione dell’impianto. “Sono due le finalità dell’impianto – egli ha detto nel discorso inaugurale -. La prima, di carattere sociale e, per così dire, pedagogico: dimostrare che le nostre acque sono pure e vengono distribuite ad un buon prezzo.

La seconda finalità persegue l’obiettivo di non consumare bottiglie di plastica, che costituiscono una delle cause maggiori del nostro inquinamento.
Questa è la trentunesima fontanella pubblica della nostra provincia – ha precisato il vicesindaco -, delle quali 26 sono state realizzate da Umbria Acque. Negli altri Comuni hanno avuto un grandissimo successo: ad esempio a Cannara e Bastia.

Qui, a Santa Maria degli Angeli, è stata scelta questa posizione in via Gabriele D’Annunzio, perché ritenuta baricentrica tra Santa Maria, Rivotorto e Assisi, facilmente raggiungibile dalle altre frazioni e dove, senza problemi, si trova da parcheggiare. Speriamo che l’iniziativa abbia successo, così, nel giro di un anno, ne installeremo un’altra da qualche altra parte”. In riferimento ad alcune critiche rivolte dal consigliere Bartolini in questi giorni al servizio idrico pubblico, Lunghi ha affermato che “noi siamo soci di Umbria Acque, quindi in parte proprietari, i rapporti tra questa società e il Comune, risolvendo i problemi che esistono, devono essere seri”. È quindi intervenuto il presidente di Umbria Acque, Enrico Menichetti.

“L’impianto, per un prezzo di 5 centesimi per litro e mezzo, eroga acqua frizzante e liscia, a chilometri zero, delle nostre terre, e che non ha nulla da invidiare a quelle dei supermercati: è super controllata da noi insieme all’azienda sanitaria locale competente per territorio. L’unica differenza – ha sottolineato Menichetti – è che qui ci sono due filtri in più, uno a carboni attivi e uno a raggi ultravioletti”. L’acqua esce a 8 gradi, d’estate questa caratteristica sarà maggiormente gradevole. Come gli altri impianti anche questo è stato cofinanziato dall’ATI e da Umbria Acque. “In tutte le sedi dove sono state realizzate – ha precisato Menichetti – queste fontanelle sono un successo: le persone si danno appuntamento alle macchinette per prendere acqua e anche per fare due chiacchiere. Come una volta, quando c’era la tradizione delle fonti. Queste fontanelle – ha sottolineato Menichetti – sono un po’ il simbolo di come la nostra società di gestione del servizio idrico vuole ribadire la sua missione di servizio pubblico, visto che è partecipata per il 60% dai comuni del territorio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*