Hospice “la casa nel Parco” compie dieci anni, non solo cure, ma comprensione e amore

L’Hospice “la casa nel Parco” compie dieci anni, non solo cure, ma comprensione e amore

da Claudia Travicelli
Hospice “la casa nel Parco” compie dieci anni, non solo cure, ma comprensione e amore
PERUGIA – Immerso nel verde, in un luogo tranquillo, si trova l’Hospice “La Casa nel Parco”, Centro residenziale di Cure Palliative dell’USL Umbria 1. Giunti nel Parco Santa Margherita ex Padiglione “Zurli” a Perugia ci si trova davanti una struttura molto ampia e soleggiata, piena di affetto e di gentilezza e professionalità.

Oggi poi la struttura si veste a festa e con il contributo dell’Associazione CON NOI, ha organizzato, per festeggiare i suoi dieci anni, alla Sala dei notari di Perugia un concerto di musica leggera a cura del gruppo “ Cherries on a swing set“, la serata si svolgerà domenica 13 Maggio a partire dalle ore 20,30. Parliamo ora dell’Hospice, di questa struttura residenziale dove sembra proprio di essere a casa, in cui viene offerto con una grande umanità e competenza un’assistenza socio-sanitaria, rivolta alla persona malata e ai suoi famigliari.

Difatti l’organizzazione dell’Hospice attua modalità operative, relazionali e ambientali fondate: sull’ascolto e sulla comprensione dei bisogni e delle aspettative delle persone e delle loro famiglie; sulla personalizzazione degli interventi; sull’attenzione ai particolari per creare il più possibile un clima accogliente e pieno d’affetto; sul rispetto della dignità; sulla qualità di vita del paziente e dei familiari.

Nelle 10 accoglienti camere l’Hospice riceve persone affette da patologie cronico-evolutive, oncologiche e non solo, in modo particolare in fase avanzata o terminale, ma sempre più sovente anche molti pazienti in terapia simultanea che necessitano di terapia di supporto. La struttura accoglie, sostenendoli con un grande calore umano i tanti familiari che si trovano a vivere queste delicate situazioni.

Ogni persona vicina al malato, come ogni malato stesso, ha bisogno di poter vivere un percorso personalizzato in un clima particolare, questo lo si trova nel L’Hospice “La casa nel Parco”, dove ogni giorno l’equipe composta da 3 medici, tra cui la Dott.ssa Susanna Perazzini che è anche responsabile, infermieri, Operatori Socio Sanitari, 2 psicologi, 1 psichiatra, 1 fisioterapista, oltre all’assistente sociale, al Sacerdote e ai tanti volontari che collaborano ed operano nel contesto delle cure palliative.

In 10 anni nella struttura sono stati svolti anche due matrimoni civili, tutti i luoghi sono curati e avendo come ospiti dei pazienti provenienti da ogni luogo vi è una stanza di culto interconfessionale. Curatissima anche la sala giochi per i più piccoli, la tisaneria, la sala colloqui, la sala polivalente. Non dimentichiamo poi il bellissimo albero delle emozioni, sito all’ingresso della struttura, dove ognuno può lasciare un messaggio, quante speranze e quanti sogni in quei biglietti e disegni. Nel L’Hospice vengono ricoverati ogni anni oltre 200 malati, con una percentuale del 40% di dimissioni.

Molti sono i pazienti seguiti a domicilio dall’Associazione CON NOI, si pensi che nella zona Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara, Valfabbrica e Casacastalda tra distrettuali e ultime fasi vengono seguite annualmente dalle 150 alle 200 persone. Nell’invitare tutti a partecipare allo spettacolo per i 10 anni alla Sala dei notari, la Dott.ssa Responsabile Susanna Perazzini tiene a ringraziare tutto il personale Usl Umbria 1 e l’Associazione CON NOI, che con i suoi medici e volontari che operano, sia nel L’Hospice, sia nei distretti e a domicilio danno un servizio molto importante. Ricordiamo che alcune città dell’Umbria tra le quali Assisi, Perugia, Montefalco, Bevagna, Trevi, sono “Città del Sollievo”.

Assisi presentò alla Fondazione Gigi Ghirotti, Medaglia d’Oro al Merito della Sanità Pubblica, intitolata alla memoria dell’omonimo scrittore e giornalista, richiesta per l’assegnazione del titolo, firmatari oltre al Comune furono la Prof.a Cynthia Aristei, i responsabili della Associazioni A.I.D.O., A.R.O.N.C., ASSISI MEDICINA, A.U.S.E.R., A.U.C.C., A.V.I.S., Associazione CON NOI, CROCE ROSSA ITALIANA, IRB Casa di Riposo A. Rossi, Confraternita della MISERICORDIA, MEDICI CATTOLICI, PASTORALE DELLA SALUTE, U.N.I.T.A.L.S.I. Domenica 13 novembre 2016 il Comune di Assisi (Assessore Claudia Maria Travicelli) organizzò con l’Associazione Gigi Ghirotti e le Associazioni firmatarie presenti nel territorio una cerimonia per ricevere il riconoscimento di “Città del Sollievo”.

La città di Assisi è la prima città in Umbria ad aver ricevuto questo riconoscimento e ad aver presentato un documento in tal senso (Patto per la città), che fu firmato tra gli altri anche da Leonardo Cenci (Avanti tutta Onlus), dal Dr. Manlio Lucentini, dalla Presidente dell’Istituto Serafico Francesca Di Maolo, dalla Presidente dell’IRB (Casa di Riposo Andrea Rossi) Dott.ssa Loredana Capitanucci, dal Comitato Federico Padovani “Camera 7 – V Piano”, dall’ Associazione Punto Rosa, dall’Associazione Il Giunco, dall’Associazione “Gli amici di Simone, dall’Associazione D.S.A. e fu elogiato e portato ad esempio da Livia Turco ex Ministro della Salute, sostenitrice della legge 38 del 2010.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*