La mobilità sociale, cos’è e perché è auspicabile, se ne parlerà ad Assisi

 
Chiama o scrivi in redazione


ASSISI – Cos’è la mobilità sociale? Perché è auspicabile per una società più efficiente? L’istruzione funziona come  canale di mobilità in Italia come in Europa? Queste alcune delle domande a cui si cercherà di rispondere nel corso della Tavola rotonda di martedì 9 giugno, alle 16,30, presso l’Aula Magna dell’Istituto Marco  Polo, incontro aperta alla cittadinanza, ma destinato in particolare  al mondo della scuola. Se è vero che alti livelli di istruzione sono associati ad alti livelli di mobilità sociale è vero anche che oggi questo legame non appare così ovvio:  l’incontro rappresenta un’occasione di confronto su un tema strategico in un  piano d’azione di lungo termine finalizzato a  raggiungere lo scopo: una società più equa, dove il contributo di ognuno sia legato solo al merito personale.

© Protetto da Copyright DMCA

L’idea dell’approfondimento nasce dall’ottimo risultato conseguito da due alunni dell’Istituto Marco Polo  Ruggero Bonghi, Florina Chirila e Alessio Tramponi,  nella partecipazione al Concorso EconoMia, promosso dalla AEEE-Italia (Associazione Europea per l’Educazione Economica)  in collaborazione con il MIUR, concorso collegato al Festival dell’economia di Trento che si è tenuto la scorsa settimana. Il dibattito, introdotto dal Dirigente scolastico , Prof. Carlo Menichini,   partirà dalle relazioni di esperti del settore dell’Università di Perugia, il prof. Roberto Segatori, del Dipartimento di Scienze Politiche e il prof.  Cristiano Perugini, del Dipartimento di Economia e si avvarrà dell’intervento di Stefano Ansideri, Presidente dell’Ordine dei Consulenti del lavoro di Perugia.

istruzione e mobilità

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*