Meritavamo il titolo: saremo nei fatti la Capitale Europea della Cultura

Complimenti a Matera (sito UNESCO dal 1993) capitale europea della cultura 2019, e al suo Sindaco Salvatore Adduce, cita Claudio Ricci anche nel ruolo di presidente onorario dei Siti UNESCO italiani.

Ci sentiamo però, come candidatura Perugia, Assisi e Umbria, di aver fatto il possibile, in modo ineccepibile, e che avremmo meritato il titolo di capitale europea della cultura: dimostreremo, realizzando comunque i progetti contenuti nel dossier, di essere all’altezza della storia e dell’identità consapevoli che l’Umbria ha costituito un caposaldo culturale europeo.

Il progetto di Perugia, Assisi e Umbria è stato molto “solido e realizzabile”, anche sul piano finanziario, grazie al lavoro della fondazione che ha saputo unire 202 soci, anche istituzionali.

Meritavamo il titolo perché abbiamo, con la fondazione PerugiAssisi, proposto Italia 2019: promuovere (come il Ministero dei Beni Cultuali potrebbe fare) un programma per coinvolgere le città candidate, nel 2019, per promuovere il nostro paese a livello internazionale.
Meritavamo il titolo perché, superando antiche dicotomie storiche e politiche, abbiamo creato un asse culturale Perugia Assisi che, a sua volta, ha incluso a rete tutte le città della Regione.

L’Umbria ha dato molto all’Europa e meritava questo giusto riconoscimento. Ieri sera una “persona al lavoro in un bar” mi ha domandato: che fine faranno i progetti? A quella persona ho promesso che la fondazione proverà a realizzarli per dimostrare, nei fatti, che siamo stati, siamo e saremo un luogo preminente della cultura europea (foto, il nuovo pala eventi “europeo” con, sullo sfondo, la storica vista di Assisi nota in tutto il Mondo).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*