M’illumino di meno: Assisi non può mancare a un appuntamento del genere

Campagna Caterpillar "M'illumino di meno", Travicelli invita sindaco ad aderire

da Simone Pettirossi
Venerdì 13 febbraio si ripete, come ogni anno, l’iniziativa “M’illumino di meno”, promossa dal programma radiofonico di Radio Rai “Caterpiller”.
In tante città dell’Umbria le luci rimarranno spente e saranno realizzati eventi di sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico.
Si tratta di un gesto simbolico, che sarebbe opportuno inserire poi in una efficace e costante politica ambientale (certificazione Emas, rinnovabili, ecc.), ma che rappresenta comunque un segno di attenzione a tematiche così importanti.

A Spello, a Trevi, a Città della Pieve, a Montefalco, ad Amelia, a Bettona, a Bevagna, a Marsciano, a Deruta, a Umbertide, peraltro, questa iniziativa è diventata l’occasione per mostrare i beni culturali in modo diverso e creativo.

Sono state infatti previste delle visite guidate a musei e a palazzi storici in una modalità molto suggestiva, a “lume di candela”.
Ad Assisi, invece, nel sito del Comune e nei quotidiani on line non c’è traccia di questa interessante campagna di sensibilizzazione.
Se c’è ancora tempo chiediamo all’Amministrazione comunale di correre ai ripari e di aderire a “M’illumino di meno”.

Sarebbe un peccato che una città come la nostra, famosa in tutto il mondo per la sua vocazione francescana e ambientalista, “buchi” un evento del genere.

In ogni caso, i cittadini, gli enti e le associazioni, potranno comunque fare gesti simbolici di adesione a questa bella iniziativa e decidere modi e luoghi per aderire a questa giornata di “risparmio energetico”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*