Il Minibus Ricci candidato Presidente della Regione oggi al Lago Trasimeno

Nel pomeriggio odierno il minibus Ricci candidato presidente della Regione Umbria ha visitato il lago Trasimeno fra cui Magione e Castiglion del lago, ricevendo una ampia e cortese accoglienza da molte persone.

Claudio Ricci, accompagnato dai molti amici che lo stanno sostenendo, ha osservato che per il lago Trasimeno occorrerà mettere appunto un piano operativo di promozione e marketing che, di raccordo con tutti i comuni, sviluppi una strategia unitaria (anche urbanistica per aiutare le attività) con idee strategiche quali la candidatura a patrimonio mondiale UNESCO.

Ovviamente concordiamo con coloro che sono contrari alla vendita di beni, di importanza strategica, quali l’isola di proprietà attualmente della Provincia.

Sul piano politico Claudio Ricci ribadisce, al costo di apparire monotono e noioso, che intende candidarsi alla presidenza della Regione Umbria con due liste Civiche (Per l’Umbria Popolare e Cambiare in Umbria) e un progetto di cambiamento alternativo all’attuale governo regionale; qualora non raggiunga l’obiettivo della presidenza svolgerà una funzione di opposizione per cambiare l’Umbria.

Siamo molto fiduciosi, confortati anche da primi riscontri e sensazioni, che gli umbri sosterranno tale proposizione per il cambiamento e, sempre per essere chiari, non vi è l’intenzione, ne ormai il tempo (si vota a marzo, le liste vanno presentate a febbraio e le firme devono essere raccolte in tempo utile), per partecipare alle primarie in quanto le nostre energie, come oggi pomeriggio, verranno impiegate solo per parlare direttamente con la gente e, lo stiamo sperimentando, le persone stanno apprezzando il nostro “viaggio in Umbria per ascoltare ciascuno di voi”.

Chi vuole fare le primarie le faccia (possibilmente evitando considerazioni solo tattico strategiche tanto per citare Claudio Ricci) saranno poi gli elettori, scheda elettorale alla mano, a dare il loro giudizio insindacabile sui candidati presidenti, consiglieri e relativi programmi. Spero di essere stato ulteriormente chiaro aprendo, comunque come doveroso, alla possibilità di allargare la coalizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*