Perugia 2019 c’è chi non si rassegna alla sconfitta ad Assisi

dal Sindaco Claudio Ricci
ASSISI – Continuiamo a leggere, anche su mensili locali, informazioni sulla vicenda della candidatura a capitale europea della cultura, che ha interessato Perugia 2019 con i luoghi di Francesco d’Assisi e dell’Umbria, non rispondenti ai fatti reali. Erano 21 le città candidate ed essere entrati nella finale a 6 è stato un risultato molto importante (non ripiegato dal mensile) e che darà la possibilità di partecipare al programma “Italia 2019” con il quale il Ministero dei Beni Culturali intende finanziare alcuni dei progetti delle città candidate, in particolare delle 6 finaliste. Oltre a questo il programmi del dossier di candidatura potranno essere presentati come richieste di finanziamento nei fondi strutturali dell’Unione Europea 2014/20.

Vogliamo sottolineare, in ultimo, che la fondazione PerugiAssisi 2019 aggregando 202 soci fra istituzioni, associazioni socio culturali e categorie economiche ha costruito un sistema strategico per lo sviluppo culturale e turistico regionale.

È stata scelta Matera ma, fra le 6 finaliste, non vi è stato, come invece viene citato, alcun punteggio e non risponde al vero che la candidatura di Perugia, Assisi e l’Umbria abbiano preso zero voti anzi la visita ispettiva dei commissari è stata considerata “molto positiva”. Considerazione finale: come mai il mensile locale che oggi critica quando siamo arrivati alla finale a 6, che rappresenta un buon risultato, non ha dedicato al tema nessuna riga di commento? Una riflessione sovviene.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*