Quattro sconfitte per Eko Group Assisi, campionato decisamente difficile

Virtus Assisi, dopo le quattro sconfitte di fila serve una scossa. Parla il presidente Massimo Semprevivo: “Sono fiducioso, credo fortemente in questo gruppo”


Scrivi in redazione

Quattro sconfitte per Eko Group Assisi, campionato decisamente difficile


Eko Gruppo Assisi a corto di vittorie nell’ultimo periodo, campionato duro e tosto, partite difficili da affrontare, infortuni, giocatori importanti fermi ai box, gruppo un po’ giù di morale e diverse difficoltà. Serve una reazione, immediata, perché la C Gold non perdona: il livello è alto, nulla può essere concesso.
E, proprio in queste ultime ore, mentre coach Piazza lavora con i ragazzi per preparare il prossimo impegno, a tirar su squadra e morale ci pensa il presidente rossoblu, Massimo Semprevivo: “E’ un momento difficile – dice il presidente – veniamo da 4 sconfitte consecutive di cui una al supplementare nel derby con Foligno e una maturata negli ultimi minuti sul campo della capolista Matelica. Sapremo reagire, ne sono certo. Sapevamo – sottolinea Semprevivo – che sarebbe stato un campionato impegnativo, con squadre attrezzate e competitive. Noi comunque abbiamo dimostrato di poterci stare a pieno titolo, giocando alla pari con tutti ed esprimendo anche una buona pallacanestro. Abbiamo pagato forse in alcune situazioni, lo scotto dell’inesperienza”.
Poca fortuna, tante vicissitudini: “In queste ultime giornate la dea bendata ci ha girato le spalle, abbiamo avuto diversi infortuni, anche importanti. Francesco Santantonio e Andrea Casettari, staranno fuori per almeno un altro mese e sabato, contro la Bramante Pesaro, una delle squadre attualmente più in forma del campionato, abbiamo anche Quercia e Metalla in forte dubbio. Nonostante tutto però – conclude la massima carica dirigenziale della Virtus Assisi – sono fiducioso, credo fortemente in questo gruppo, i ragazzi si stanno impegnando duramente in allenamento e sanno che ognuno deve dare quel qualcosa in più per sopperire alle assenze dei compagni; lavorando così sono sicuro che usciremo presto da questa situazione e sapremo prenderci le nostre soddisfazioni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*