Rocca Maggiore, “Allarme incendio”, ma è il falò della Madonna

FOTO HAERR TRIPPIN' - http://haerr.blogspot.it/2010/12/assisi-for-bonfire.html

L’allarme lanciato oggi, domenica 7 dicembre 2014 poco dopo le 17, da un cameraman giornalista e relativo ad un incendio scoppiato alla Rocca di Assisi Maggiore di Assisi, ha rischiato di far scatenare la tensione di tutti i media locali. Cameraman, giornalisti e fotografi erano già partiti e qualcuno era arrivato anche sul posto, o quasi. Poi il contrordine: “Ma dove state andando, è il ‘focaraccio’ de la Madonna”.

In vero si tratta del falò che gli assisiati annualmente accendono per la festività dell’Immacolata.

Per celebrare la Madonna Immacolata dell’8 dicembre in varie località dell’Umbria si accendono grandi fuochi devozionali accompagnati da libagioni e degustazioni di prodotti autunnali. Il “Focaraccio” è una tradizione tipica di molte località dell’Umbria, legata soprattutto alla devozione alla Madonna Immacolata, la cui festa ricorre l’8 dicembre. In particolare si riferisce più spesso al passaggio in cielo della Casa di Loreto, trasportata da Angeli o da Crociati, per illuminare il cui percorso venivano accesi dei grandi falò.

Per realizzare il focaraccio (falò), molti abitanti delle varie zone si attivano diversi giorni prima al fine di raccogliere nei boschi la grande quantità di legna, sterpi e foglie necessaria per formare il grosso covone votivo. Grande festa è poi intorno al fuoco che arde per ore. Libagioni di vino, degustazioni di castagne e dolci tipici sono gli ingredienti maggiormente frequenti in attesa che il fuoco si spenga, il tutto in un’ambientazione quasi fiabesca, in zone solitamente molto suggestive.

Il video di Pino Antonelli registrato nel 2013
[divider]

[divider]

La remota tradizione è stata ripresa nel 1960. La sera del 7 dicembre, sul piazzale antistante la Rocca Maggiore, arde un grande falò mentre vengono distribuiti vino e castagne arrosto; a volte vengono eseguiti dei canti “a recchia”, cioè a orecchio. Contemporaneamente, al suono dell’avemaria, vengono accesi fuochi nelle campagne.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*