Sagra Musicale Umbra, concerto finale ad Assisi

Il cardinale Gianfranco Ravasi a Perugia per una Lectio magistralis sul tema «Libera nos a malo – La libertà», il presente e il futuro della musica sacra a Assisi che ospita, nella Basilica Superiore di San Francesco alle ore 21, il Concerto finale e la premiazione della seconda edizione del Concorso Internazionale di composizione sacra «Francesco Siciliani». E’ una giornata, quella di sabato 13 settembre, caratterizzata da due appuntamenti tra i più attesi della Sagra Musicale Umbra dedicata quest’anno alla Libertà.

Interpreti di strepitoso livello artistico ad Assisi sono i trentasei cantori del St. Jacob’s Chamber Choir di Stoccolma, diretti dallo svedese Gary Graden, con Markus Wargh all’organo.

«Non è certamente privo di significato – precisa Alberto Batisti, direttore artistico della Sagra – il fatto di aver scelto la Basilica Superiore di San Francesco in Assisi come luogo ideale del concerto finale e della premiazione del nostro Concorso. L’eccelso valore di questa sede dello Spirito ha ricevuto in questi tempi nuovo formidabile vigore da un Pontefice che ha voluto assumere il nome dello sposo di Madonna Povertà».

A proposito del Concorso, sono ben 146 le partiture arrivate da tutto il mondo per partecipare alla seconda edizione: 115 dall’Europa, 14 dalle Americhe, quattro in rappresentanza dell’Africa, dell’Asia e dell’Oceania. L’iniziativa è stata sposata con entusiasmo dal cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, e dalla Fondazione Perugia Musica Classica, per arricchire il patrimonio musicale della liturgia con un contributo contemporaneo e di grande respiro.

«Il Concorso di Musica Sacra – spiega il cardinale Ravasi – intende perseguire l’incontro tra musica contemporanea, con la sua nuova grammatica, e il sacro, che ha canoni, testi e temi propri, dunque promuovere questa sinergia. Se per la prima edizione avevo suggerito come testo il Simbolo degli Apostoli, per la seconda edizione i musicisti si sono confrontati sul Pater Noster». Lo stesso Cardinale, nel pomeriggio di sabato 13 settembre alle ore 17, tiene presso l’Università per Stranieri di Perugia la sua attesissima Lectio Magistralis sul tema «Libera nos a malo – La libertà», mentre la sera consegna ad Assisi il premio al vincitore del Concorso.

«Ho pensato di sviluppare il tema dell’incontro pomeridiano secondo due percorsi fondamentali – precisa il cardinale Ravasi -. Da un lato, il punto di partenza è il libera nos a malo, cioè l’invocazione del Padre Nostro il cui testo è alla base del Concorso musicale. Questa invocazione evoca l’aspetto “negativo” della libertà, ossia l’essere liberati da un’oppressione morale, esistenziale, sociale, politica e riassume le altre due invocazioni: “Rimetti a noi i nostri debiti” e “Non ci indurre/abbandonare alla tentazione”. D’altro lato, sviluppo in sede culturale e spirituale l’aspetto positivo della libertà per un ideale, introducendo quindi l’orizzonte della creatività, delle potenzialità umane, delle scelte libere morali, dell’amore. Naturalmente tenendo sempre conto dei rischi che il limite creaturale umano comporta, come insegna la simbologia dell’“albero della conoscenza del bene e del male” alla cui ombra è collocata la libera scelta umana».

I tre finalisti che si contendono il Premio della Giuria, il Premio del Pubblico e quello della Critica – i voti di questi ultimi due sono raccolti in tempo reale attraverso l’uso di Ipad – sono Leonardo Schiavo di Vicenza, Andrea Venturini di Udine e Federico Zattera di Schio (Vicenza). Sono stati selezionati sottoponendo anonimamente le partiture ai membri della Giuria, presieduta da Ennio Morricone e composta da Gary Graden, direttore del Coro della Cattedrale di Stoccolma e del St. Jacob’s Chamber Choir, Vincenzo De Gregorio, Preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra, Filippo Maria Bressan, direttore d’orchestra e di coro, Alberto Batisti, direttore artistico della Fondazione Perugia Musica Classica – Sagra Musicale Umbra e coadiuvata dal Segretario artistico del concorso Marcello Filotei, compositore e critico musicale.

Ad assistere alle esecuzioni dei brani finalisti e alla premiazione del vincitore ha assicurato la sua presenza anche Alessandro Siciliani, per ricordare il padre Francesco, al quale è intitolato il Premio di composizione.

Insieme alle tre partiture finaliste sul Pater noster, trovano posto in programma, tra gli altri brani scelti da Graden, una Toccata for Madiba (1997), del sudafricano Surendran Reddy, dedicata a Nelson Mandela, le intonazioni del Padre nostro, volgarizzato da Dante di Verdi e il Pater noster di Stravinskij, oltre alla riproposizione del Credo di Giovanni Bonato, la composizione vincitrice della prima edizione del Premio «F. Siciliani» nel 2012.

Novità di quest’anno sarà la trasmissione in diretta streaming del concerto nella Basilica di Assisi. La trasmissione sarà curata dalla Fondazione Perugia Musica Classica in collaborazione con il Sacro Convento di Assisi, sul cui sito (www.sanfrancescoassisi.org) sarà possibile collegarsi per seguire in video e audio l’esecuzione dei brani in programma, le operazioni di voto da parte della critica e del pubblico e la cerimonia di premiazione.

Come ogni anno la Fondazione offre un servizio di navetta gratuito per raggiungere i luoghi dei concerti fuori Perugia. La partenza per Assisi è fissata alle ore 19.50 da Piazza Italia, con sosta in Via Palermo alle 20.00 e il ritorno a Perugia avviene dieci minuti dopo il termine del concerto. E’ obbligatoria la prenotazione, che può essere fatta presso il punto informativo di Corso Vannucci o telefonando al numero 338-8668820.

PROGRAMMA

Sabato 13 settembre ore 17.00
Perugia, Università per Stranieri
Lectio magistralis di S. Em. il cardinale Gianfranco Ravasi
Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura
«Libera nos a malo – La libertà»

Sabato 13 settembre ore 21.00
Assisi, Basilica Superiore di San Francesco
Concerto finale e premiazione del Concorso Internazionale di composizione sacra «F. Siciliani»- II ed.
St. Jacob’s Chamber Choir Stoccolma
Gary Graden, direttore
Markus Wargh, organo

Improvvisazione per coro e organo sulle Sequenze di cantus planus
«Adoro te devote» e «Veni Sancte Spiritus»
Hans Schanderl
Pilgrimage: Lang ist die Zeit (2010, Rabindranath Tagore) per coro a cappella
Johann Sebastian Bach
«Vater unser im Himmelreich»,
Preludio corale per organo
Toccata e fuga in re minore per organo BWV 565
Lavori finalisti del Premio «Francesco Siciliani»,
sul testo del «Pater Noster»:
Leonardo Schiavo (Montecchio Maggiore 1983)
Andrea Venturini (Udine 1959)
Federico Zattera (Schio 1967)
Sven-David Sandström
Te Deum (2011), per coro a 6 voci e organo
Giuseppe Verdi
Pater Noster «volgarizzato da Dante» per coro a cappella a 5 voci
Igor Stravinsky
Pater Noster (1926, rev. 1949) per coro a cappella a 4 voci
Surendran Reddy
«Toccata for Madiba» (1997) per organo (ded. a Nelson Mandela)
Giovanni Bonato
Credo (2012) per coro misto a cappella
(brano vincente del Premio «Francesco Siciliani» 2012)
Enrico Miaroma
«Farewell» (2011, Rabindranath Tagore) per coro misto a cappella

Info e biglietti:

Fondazione Perugia Musica Classica Onlus, Piazza del Circo 6 – 06121 Perugia
Tel. 075-5722271; e-mail: info@perugiamusicaclassica.com
Sito web: www.perugiamusicaclassica.com
Biglietteria: Tutti i giorni dalle 11.00 alle 19.00 presso il Punto informativo in Corso Vannucci a Perugia. Anche presso la sede del concerto a partire da un’ora prima dello spettacolo.
Da venerdì 1 agosto acquisto presso i punti vendita autorizzati e on line sul sito: www.perugiamusicaclassica.com (senza diritto di prevendita) oppure www.vivaticket.it (senza diritto di prevendita).
Prezzi: a seconda dei concerti, da 7 € a 25 €; ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili per i seguenti appuntamenti: S. Messa in Cattedrale; concerto presso il Teatro del Sodalizio San Martino, conferenze. Il concerto presso il Complesso penitenziario Capanne è riservato alle detenute.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*