Si dividono le strade dell’Angelana e di Alessandro Sandreani

 
Chiama o scrivi in redazione


Si dividono le strade dell’Angelana e di Alessandro Sandreani

ASD Angelana e Alessandro Sandreani comunicano di aver raggiunto l’accordo per concludere in modo consensuale il rapporto di lavoro inaugurato nell’estate del 2019. La decisione è stata formalizzata non appena è arrivata l’ufficialità della conclusione della stagione 2019-20, con l’Angelana che ha ottenuto il diritto a partecipare anche nell’annata 2020-21 al campionato di Eccellenza. La società del presidente Nino Della Nave ringrazia il tecnico cantianese per tutto il lavoro svolto, motivando la decisione di interrompere il rapporto alla luce delle difficoltà emerse in relazione alla pandemia da Covid-19.

“Rispetto alla stagione appena conclusa – spiega il direttore generale Simone Tarpanelli – le prospettive per quella a venire saranno differenti sotto molteplici punti di vista, a cominciare dal budget economico per l’allestimento dell’organico e dello staff tecnico. Per questo motivo, dopo esserci confrontati con il mister, abbiamo convenuto che non sussistono più le condizioni per proseguire il rapporto. Saremo sempre grati a Sandreani per quanto fatto nel corso dei 7 mesi in cui ha potuto ricoprire il proprio incarico.

Non dimenticheremo lo straordinario girone d’andata, la bellezza della proposta di gioco offerta, il grande entusiasmo che ha pervaso tutto l’ambiente e soprattutto la professionalità che ha portato nella nostra realtà. Alessandro merita palcoscenici ben superiori a un torneo di Eccellenza e da parte nostra non possiamo che augurargli le migliori fortune, a lui come al preparatore Enea Corsi che lo ha accompagnato in questa avventura”.

IL SALUTO DEL MISTER Da parte sua mister Sandreani non manca di rivolgere un pensiero di gratitudine e riconoscenza al mondo Angelana: “Ho vissuto sette mesi veramente belli, e non sono le classiche parole di circostanza. Porterò con me ricordi bellissimi, consapevole che un’avventura come questa mi abbia arricchito molto sotto il profilo umano e professionale. Mi preme ringraziare tutta la dirigenza, dal presidente Nino al direttore generale Simone, così come tutti i consiglieri e i collaboratori del club. Un grazie lo rivolgo a Lorys GambacortaLoris GervasiGraziano Grassi e Roberto Raspa che si sono adoperati in ogni modo per non farci mai mancare nulla.

E ancora uno a Massimiliano Aristei Giorgio Buttò che è stato un fidato collaboratore, nonché punto di riferimento in ambito tecnico e di rapporti con il settore giovanile. Il grazie più grande lo rivolgo ai ragazzi con i quali abbiamo percorso un bellissimo tratto di strada assieme. Quanto fatto nella prima parte di stagione è qualcosa di unico e forse irripetibile, nulla che possa essere cancellato da qualche battuta d’arresto arrivata dopo la sosta. Mi spiace solo aver chiuso questa avventura con la sconfitta nel derby, ma resto più che convinto che qualora si fosse potuto riprendere a giocare non avremmo mancato l’obiettivo che c’eravamo posti, cioè quello della salvezza. Porterò con me tanti bei ricordi e auguro all’Angelana di poter proseguire il proprio percorso ai vertici del calcio regionale, forte di una base solida e di un settore giovanile dal grande potenziale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*