Sindrome intestino corto, ad Assisi convegno nazionale

Festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate a Santa Maria degli Angeli
Festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate a Santa Maria degli Angeli

Si terrà ad Assisi (PG) il 24 e 25 Maggio p.v. la VII edizione del Convegno Nazionale A.N.A.D.P.riguardante il tema dell’insufficienza intestinale in età pediatrica e adulta, uno dei più rilevanti e autorevoli appuntamenti congressuali riguardanti la rara patologia. Promosso dall’ Associazione italiana sullaNutrizione Artificiale Domiciliare Pediatrica e Adulta (A.N.A.D.P.) “Un filo per la vita”, con sede aSpello, il convegno quest’anno avrà come titolo “Sindrome da intestino corto: gli aspetti etici, l’approccio medico e le esigenze in campo normativo”. Anche quest’anno interverranno in qualità di relatori un parterre di medici specialisti di rilievo, provenienti dalle maggiori strutture ospedaliere italiane, tra cui ilBambino Gesù di Roma, Policlinico Sant’Orsola Malpighi Bologna, Ospedale Molinette San Giovanni Battista di Torino, Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, Università Federico II di NapoliOspedale S. Eugenio di RomaUmberto I – Policlinico di Roma, Ospedale Agostino Gemelli di Roma.

 

Importante novità di quest’anno che verrà sancita proprio durante il congresso, sarà l’ampliamento strutturale di Un Filo per la Vita anche ai pazienti adulti. Divenuta punto di riferimento per i pazienti pediatrici affetti da insufficienza intestinale cronica benigna, l’associazione presenterà, in occasione del Congresso, la sua nuova veste modificando la sua denominazione per accogliere l’ingresso dei pazienti adulti. L’ampliamento dello Statuto e la nomina delle nuove cariche segnerà ufficialmente questo nuovo importante traguardo, raggiunto grazie alla fiducia dimostrata da parte degli associati, dai medici e dai pazienti adulti, che chiedono di essere rappresentati dalla nostra associazione.

 Medicina, Etica, e Normativa: le aree tematiche del congresso

 Quattro le aree di argomento di questa edizione Agire MedicoComunicazione Medico-Paziente, gliAspetti Etici e le Esigenze in campo Normativo. Linee tematiche scelte insieme alle famiglie dei pazienti associati e valutate al fine di discutere e parlare di problematiche reali che i pazienti e gli stessi familiari affrontano quotidianamente.

Si inizierà parlando di approccio medico alla malattia, a come l’insufficienza intestinale cronica benigna viene trattata in termini clinico-terapeutici: Nutrizione Artificiale (NPD) e Trapianto di Intestino (ITX) intese quali uniche terapie salvavita in grado di mantenere e garantire il normale stato di nutrizione e di crescita dell’individuo. Si passerà poi al delicato rapporto tra medico e paziente/familiari, in particolare di come si esplica la comunicazione tra i due insiemi di soggetto e di quanto essa sia fondamentale e decisiva nel percorso clinico terapeutiche il paziente e i suoi familiari andranno a intraprendere. E ancora, fulcro tematico centrale intorno al quale l’edizione di quest’anno ha incardinato la sua linea di contenuti e analisi, riguarderà invece gli Aspetti Etici inerenti alla trattazione della patologia. Contributi e relazioni che cercheranno di dare risposte ai bisogni dei pazienti e di chi li assiste, adottando provvedimenti terapeutici che siano rispettosi del malato diminuendone la sofferenza fisica e prospettando un percorso di vita adeguato. Infine si  affronterà una richiesta costante delle famiglie, ovvero la necessità di semplificare e rendere comprensibile la materia legislativa nonché i diritti dei pazienti e familiari .

Progetto “Cibo, Corpo e Mente” 

Un’altra rilevante iniziativa di questa edizione sarà il progetto “Cibo, Corpo e Mente”  che sarà portato avanti da un team specializzato  di psicologi e insegnanti e rivolto ai bambini presenti. Considerate le serie difficoltà che i piccoli affrontano costantemente nel nutrirsi, e quindi la complessità fisica ed emotiva che il momento del pasto assume, il corso si propone di rieducare il bambino al piacere per il cibo. I bambini lavoreranno su tre fronti paralleli: l’approccio agli alimenti, la componente psicologica che gestisce  la volontà di nutrirsi, e la possibilità di moderare e controllare i dolori addominali che spesso accompagnano la fase digestiva. Nella sezione dedicata al “Corpo” ci si avvarrà, inoltre, della collaborazione di un fisioterapista che insegnerà ai bambini alcune tecniche di rilassamento per poter alleviare i malesseri post pasto. Il convegno di quest’anno sarà l’occasione per la realizzazione di questo progetto pilota promosso da Un Filo per la Vita che si prefigge come obiettivo fondamentale la volontà di dare ai bambini tutti gli strumenti per poter vivere il  passaggio dalla nutrizione artificiale  al pasto come momento di naturale crescita.

ECM – Gratuito e aperto a tutte le categorie medico-sanitarie

Anche quest’anno l’Associazione Un Filo per la Vita ha ottenuto l’accreditamento ECM (Educazione Continua in Medicina) da parte della Regione Umbria e ASL3 per la realizzazione del corso di formazione grazie al quale potranno partecipare al congresso tutte le categorie specialistiche interessate: medici, psicologi, dietisti e infermieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*