Teatro Lyrick, commedia recitata da attori speciali, ricavato a favore del Serafico

da Mario Mariano

ASSISI – “L’emozione c’è, e sarebbe inutile negarlo, ma noi conosciamo bene i nostri figli e sappiamo che hanno già realizzato un sogno, quello di calcare le tavole di un grande teatro per sprigionare la loro energia”: questo dice Claudio Mariottini, il Presidente di una Associazione di Volontariato –la FIADDA(Federazione Italiana per la difesa dei diritti delle persone)- che si propone di assistere i ragazzi audiolesi.

L’appuntamento tanto sognato ora è realtà, come per un giovane calciatore che dai piccoli palcoscenici, si ritrova a giocare in uno stadio importante , i giovani attori si cimentano sabato 3 Maggio, inizio ore 21 al Lyrick di Assisi. « Per me e per i miei amici sarà una serata indimenticabile – dice di slancio Eleonora, che ha un ruolo da protagonista nella commedia “Sogno di una notte di mezza estate” -.

Abbiamo deciso di recitare per rafforzare la nostra autostima, per mandare un messaggio forte ai tanti ragazzi che hanno gli stessi problemi che noi siamo riusciti a superare”. A conferma della straordinaria energia che il gruppo teatrale sprigiona, sotto la scrupolosa regia del regista Domenico Madera, gli stessi giovani , di età compresa tra i 15 e i 18 anni, che hanno combattuto la malattia grazie alle nuove tecniche di impianti i cocleari, hanno sollecitato gli organizzatori di fare dono dell’incasso della serata, all’Istituto Serafico di Assisi:

“ La nostra donazione vuole essere un grazie alla città di Assisi- dice Mariottini-, rafforzata da una testimonianza di solidarietà verso gli ospiti del Serafico.Proprio Papa Francesco il 4 Ottobre disse davanti a quelle creature ed ai loro familiari che tutti abbiamo l’obbligo di perseguire la cultura dell’accoglienza e non dello scarto. La nostra offerta servirà per l’acquisto di apparecchiature per la riabilitazione e di questo siamo orgogliosi”.

« Nella nostra struttura transitano molti pazienti e tutti ricevono cure ed attenzione, ma ai giovani con problemi di sordità alla nascita ed affetti da altre patologie, ci siamo affezionati.

Conosciamo le loro storie ed è per questo che anche per noi medici della Clinica di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale di Perugia, l’evento di Assisi gratifica il nostro lavoro, ci rende felici per aver restituito loro una buona qualità di vita, grazie alle nuove tecnologie, agli impianti cocleari e alla riabilitazione – dice il prof. Giampietro Ricci, Direttore della struttura ospedaliera-La partecipazione massiccia del nostro personale vuole essere la testimonianza nei confronti del Presidente e dei collaboratori tutti della Fiadda”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*