Umbria: la mobilità elettrica arriva nella città di san Francesco

da Francesco Raspa
ASSISI – L’Umbria è ufficialmente una regione amica della mobilità elettrica: si è concluso, infatti, il tour di inaugurazioni di infrastrutture di ricarica Enel per veicoli elettrici che è cominciato il 17 settembre a Perugia e che, dopo aver transitato per 13 città d’arte del territorio umbro, è approdato oggi presso il parcheggio di Piazza Porziuncola a Santa Maria degli Angeli per il taglio del nastro dell’ultima colonnina in ordine cronologico in cui si potrà fare un “pieno di elettricità”.

Alla conferenza di presentazione del progetto e di resoconto del tour, svoltasi presso l’Ufficio del Sindaco sede comunale di Santa Maria degli Angeli, sono intervenuti l’Assessore regionale all’ambiente Silvano Rometti, il Sindaco di Assisi Claudio Ricci, il Custode della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli Padre Vittorio Viola, il Responsabile Enel Infrastrutture e Reti Centro Italia Gianluigi Fioriti, il Sindaco di Cannara Fabrizio Gareggia e la Responsabile nazionale Smart Grids di Enel Distribuzione Fulvia Fazio.

Il progetto operativo è nato un anno fa con la firma del Protocollo d’Intesa tra Regione Umbria, Enel, ASM Terni e i Comuni coinvolti, con l’obiettivo di dotare la regione di una rete di ricarica diffusa al servizio dei cittadini e dei numerosi turisti che la visitano: il tour sostenibile per le inaugurazioni delle infrastrutture di ricarica ha percorso 923 km facendo tappa a Perugia, Terni, Gubbio, Gualdo Tadino, Foligno, Spoleto, Cascia, Norcia, Marsciano, Narni, Castiglione del Lago, Città di Castello e Todi per arrivare oggi nella città natale di San Francesco, dalla quale, a inaugurazione compiuta, è partito un corteo di macchine elettriche alla volta di un altro luogo francescano: il Comune di Cannara. Qui i mezzi a zero emissioni sono stati accolti e messi in carica dal Sindaco Fabrizio Gareggia.

 Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci ha sottolineato come l’iniziativa proietti la Città di Assisi verso il futuro, un futuro fatto di innovazione tecnologica e di una sempre maggiore interazione tra l’ambiente e i cittadini che lo frequentano e lo vivono. Entro il 2015 la Città di Assisi sarà dotata di altre tre colonnine elettriche, pertanto si tratta di un futuro non così lontano in cui vi sarà la necessità soprattutto nei borghi e nei centri storici di costruire ampie zone ad impatto zero, come raccomandato anche dall’Unione Europea.

Il Sindaco di Cannara Fabrizio Gareggia, nel ricordare la sempre maggiore sinergia tra la Città di Assisi e il Comune di Cannara per i legami storici innescati dalla tradizione francescana e per una progettualità condivisa che si sta avviando, ha ringraziato ENEL per la disponibilità a installare una infrastruttura di ricarica presso il sito di Piandarca, luogo della Predica agli Uccelli di San Francesco e luogo non soltanto simbolico da valorizzare in armonia con lo spirito francescano. A tal fine Enel e il Comune di Cannara si sono dati appuntamento per definire insieme un protocollo di intesa.

 Nei prossimi mesi verrà installata e inaugurata un’infrastruttura di ricarica anche ad Orvieto, firmataria del Protocollo. Attualmente, le 14 nuove colonnine già installate e funzionanti vanno ad implementare l’ “autostrada dell’elettricità” che contava già 28 punti di ricarica a Perugia, 2 a Marsciano in località Mercatello e 2 a Passignano, oltre a quattro colonnine inaugurate la scorsa settimana nel contesto del nuovo Quasar Village di Corciano: complessivamente, quindi, le infrastrutture sul territorio umbro sono 50.

La Regione Umbria è diventata così la regione italiana, insieme all’Emilia Romagna, dotata di un progetto di mobilità elettrica integrato e interoperabile su scala regionale. Grazie a una distanza media di 40 km tra un Comune e l’altro, perfettamente compatibile con l’autonomia dei veicoli elettrici oggi in circolazione, la rete di infrastrutture di ricarica supporterà tutti gli spostamenti intercomunali, rendendo “green” i percorsi turistici e culturali lungo la rete viaria regionale. Per i cittadini o i visitatori sarà possibile ricaricare i loro veicoli anche nelle regioni vicine grazie all’adozione della medesima tecnologia da parte dei distributori ASM (a Terni), Hera, Iren (Emilia Romagna), Acea (Roma) e A2A (Milano). Sul sito www.eneldrive.it è possibile individuare l’esatta posizione delle colonnine presenti in città e in Italia. Un’apposita applicazione per smartphone fornisce la posizione e la distanza della colonnina rispetto alla posizione del proprio mezzo elettrico.

L’innovazione tecnologica del sistema di ricarica di Enel Distribuzione si basa su infrastrutture di ricarica, sia pubbliche che domestiche, dotate al loro interno di un contatore elettronico, e su un sistema di gestione da remoto che consente di offrire agli eco-automobilisti servizi evoluti e la possibilità di ricaricare i loro veicoli in modo semplice, conveniente e sicuro. Per la progettazione e la realizzazione dell’infrastruttura di ricarica, Enel si è basata sulla tecnologia della sua rete: oltre 36 milioni di contatori elettronici installati nelle case degli italiani e all’estero. I contatori telegestiti da Enel costituiscono un sistema unico al mondo che consente di effettuare, da remoto, una serie di operazioni prima gestite solamente in presenza di un operatore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*