Umbria Popolare Ricci Presidente: si Possono diminuire le Tasse…

Sarà la “madre di tutte le proposte di cambiamento”, cita Claudio Ricci candidato presidente della Regione Umbria 2015, la diminuzione (gestendo meglio e sprecando meno) dei costi regionali di “spazzamento e smaltimento” rifiuti che costringono i Comuni umbri a costi insopportabili che, per i cittadini, significano incrementi di almeno il 35% delle tasse sui rifiuti.

Qualunque Sindaco (costretto dalla legge, pena il commissariamento, ad aderire agli ambiti) si trova con costi, soprattutto di smaltimento, di difficile comprensione (peraltro i servizi sono stati assegnati, dagli ambiti, con gare il cui ribasso é stato insignificante, rispetto ai ribassi ordinari che oggi arrivano al 35%: se vinceremo le elezioni tutto questo sarà modificato e oggetto di nuovi contratti).

Per quanto attiene alla raccolta differenziata concordiamo sul fatto che si può arrivare oltre il 60% ma ciò che rimane, il così chiamato “indifferenziato”, deve essere trasformato in energia (con micro impianti, ambientalmente compatibili ogni 50.000 residenti, diminuendo anche i costi dei trasporti) altrimenti si aumentano le cave/discariche provocando forti danni ambientali e non ottenendo risultati economici sufficienti per ridurre le tariffe a famiglie e attività.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*