#UmbriaVerso il futuro. Il Pd costruisce dal basso il progetto per l’Umbria, appuntamento ad Assisi

PERUGIA – “Rappresentare l’idea di un Partito in movimento”, che “vuole scommettere sul futuro”, “aprirci alla società regionale per costruire insieme il progetto per l’Umbria del 2020”, testimoniare di voler mettere “le idee davanti alle persone”. Questo è #UmbriaVerso, l’appuntamento di confronto sui temi, innovativo, aperto e di grande partecipazione, che il Pd Umbria ha organizzato, con l’intento di scrivere il suo programma dal basso, per sabato prossimo, 7 marzo, al teatro Lyrick di Assisi, a partire dalle 10. Ci saranno 35 tavoli tematici, selezionati in rete grazie al contributo di iscritti, elettori, simpatizzanti, che si concentreranno sugli argomenti proposti dall’elaborazione dei dipartimenti e discussi in direzione; e una sessione plenaria, in cui ci sarà spazio per interventi e contributi, sul modello veloce e dinamico della Leopolda. Saranno presenti, oltre alla vicesegretaria nazionale Debora Serracchiani e alla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, numerosi esponenti istituzionali e del Pd nazionale e delle regioni vicine, per condividere esperienze, sollecitazioni, idee e progetti.

“Sembra un’idea banale ma mentre noi stiamo sui temi, altri partiti sono concentrati a mettersi insieme per accordi di potere e senza alcuna convergenza programmatica” ha detto il segretario del Pd Umbria Giacomo Leonelli, che questa mattina ha presentato l’evento in conferenza stampa insieme a Matteo Burico, Marco Gambuli, Emanuela Guanciale e Alessia Dorillo, della segreteria regionale Pd.

#UmbriaVerso, spiegano dal Pd, è un modo “per mettere in campo idee e progetti nuovi e per metterci a disposizione di un progetto per il futuro, senza la pretesa di essere i migliori, ma con l’ambizione di guidare una fase di cambiamento, dopo essere stati alla guida in un momento complicato e di forte difficoltà”.

In appena 24 ore dall’apertura delle iscrizioni ai tavoli si contano già oltre cento adesioni. Se ne aspettano molte altre. E non mancheranno le sorprese. “I parlamentari umbri – parola di Leonelli – saranno tutti presenti e impegnati a coordinare il lavoro dei tavoli, ciascuno secondo le proprie inclinazioni e i propri interessi. E stiamo raccogliendo la disponibilità di molti parlamentari dalle regioni limitrofe, segno che l’evento sta suscitando un interesse a livello non solo locale, ma anche nazionale”. Sono stati coinvolti e mobilitati i circoli Pd di tutta l’Umbria. Sarà presente in maniera larga e positiva anche l’associazione “A sinistra” di Stefano Fancelli. “Sfatiamo anche il mito che la Leopolda sia un evento di corrente – sottolineano i democratici – attestando come il Pd in Umbria e sui temi che contano viva un clima di unità e solida collaborazione”.

L’evento è aperto a tutti, a iscritti, elettori, simpatizzanti, esponenti della società civile, del mondo del lavoro e dell’impresa, delle associazioni e della cultura, “a quanti vorranno portare un contributo” per “aiutarci a migliorare”.

[divider] [divider]

Il lavoro dei tavoli approderà, poi, in un’assemblea regionale che definirà e approverà il programma del Pd per le regionali. Con #UmbriaVerso si chiuderà anche la grande campagna di partecipazione sulle idee che ha visto impegnato il Pd per quattro settimane su quattro temi, “tra tanti che consideriamo strategici per il futuro dell’Umbria”. Questa (da oggi) è la settimana dedicata alle infrastrutture. Il documento, dal titolo “Infrastrutture per l’Umbria, una scommessa da vincere”, elaborato grazie alla collaborazione di Domenico Caprini, sarà on line da oggi sul sito www.pdumbria.it.

“Il tema delle infrastrutture – per Leonelli – porta con sé grandi potenzialità, richiede forti investimenti ma può consentire larghi margini di crescita”. Tra i titoli del documento: E45, “sulla cui trasformazione in autostrada non abbiamo un approccio pregiudiziale, a patto che non si preveda il pedaggio per i cittadini e le imprese dell’Umbria; del resto ci siamo opposti, con successo, anche al pedaggio sulla Perugia-Bettolle. Una riflessione diversa va fatta per i mezzi che utilizzano la E45 per transito e inquinano il territorio”; quadrilatero; aeroporto; alta velocità e stazione Media-Etruria; manutenzioni, “sulle quali si richiedono risorse specifiche”. “Questo documento – per Caprini – non è un libro dei sogni, ma un piano sulla cui  realizzazione gli amministratori del Pd e il Pd saranno impegnati, anche promuovendo relazioni e collaborazioni con le regioni confinanti”.

Anche questa volta, per un tema così centrale per il futuro della Regione,  “abbiamo proposto le nostre idee e lanciamo un appello ad aiutarci a migliorare, chiedendo suggerimenti e correzioni attraverso il nostro sito internet”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*