NOCERA UMBRA: DECOLLA IL PROGETTO DI AREA VASTA SUI CAMMINI FRANCESCANI

NOCERA UMBRA
NOCERA UMBRA
NOCERA UMBRA

(assisioggi.i) NOCERA UMBRA – Dopo il grande successo dell’Evento inaugurale legato ai Cammini Francescani “Sulle Vie di Francesco” promosso dal Comune di Nocera Umbra lo scorso 12 e 13 ottobre, le attività non si sono fermate bensì il Progetto di Sviluppo e Marketing Territoriale che coinvolge ben due regioni Umbria e Marche prende sempre più piede. Nei due giorni clou dell’iniziativa si sono svolti convegni, workshop ed educational tour, registrando moltissime presenze autorevoli, da giornalisti e opinion leader provenienti da tutta Italia e in particolar modo dalle zone di Pietralcina legate a Padre Pio, a testimonial sui cammini di Sant’Antonio da Padova, della via Lauretana, e naturalmente di San Franscesco, inoltre sono intervenuti ricercatori provenienti dalle principali università italiane come la Sapienza e l’Università di Firenze. I risultati hanno ribatito l’importanza dell’integrazione dei Cammini di Francesco in Umbria e hanno consentito l’attivazione di importanti rapporti e collaborazioni. Grazie a tutto questo sotto l’impulso dell’amministrazione comunale e di tutti gli attori del territorio di Nocera Umbra (imprese ed associazioni) è stato predisposto un Protocollo d’Intesa per concretizzare la realizzazione del percorso religioso “Sulle vie di Francesco”, che abbraccerà l’Umbria e le Marche fino a giungere ad Ancora, andando a collegare sia l’appennino che il mare. Alcuni comuni dell’Umbria hanno già dato la loro adesione e si sono coivolti anche tutti i Comuni che hanno partecipato in modo attivo al Progetto e che si trovano lungo la tratta, come quelli nella provincia di Macerata, oltre al Sindaco di Gabicce, infatti l’obiettivo è proprio estendere l’area vasta fino all’Emilia Romagna, lungo tutta la costa che da Porto Recanati arriva ad Ancona. Il Progetto di Area Vasta e di Sviluppo Territoriale “Sulle Vie di Francesco” rappresenta una straordinaria opportunità per attrarre i flussi di turisti che si muovono lungo i luoghi del Cammino di San Francesco: si punta a far conoscere la storia, la cultura, le tradizioni ed i prodotti tipici di questi straordinari territori creando un’area turistica omogenea. Durante l’evento grazie alla partecipazione di tour operator nazionali e di imprese si è parlato dei numeri sempre più crescenti del “turismo dei cammini” e si sono poste le basi per la costruzione di pacchetti turistici integrati che promuovano non solo il turismo spirituale, ma anche quello culturale, ambientale, enogastronomico, e quello di una nicchia importante come i Centri Storici. I borghi antichi infatti che caratterizzano la nostra regione rappresentano una forte attrattiva turistica sulla quale si sta puntando e che deve essere sempre più valorizzata. Possiamo affermare quindi che il 12 e il 13 ottobre hanno rappresentato solo l’inizio di un cammino (mai parola fu tanto appropriata) che grazie alla volontà dei soggetti promotori potrà portare alla riscoperta e alla giusta valorizzazione di un percorso che soprattutto oggi è detentore dei grandi valori su cui l’uomo poggia la sua vita. Aspettando quindi i primi frutti del Progetto di Area Vasta “Sulle Vie di Francesco” cresce l’attesa per il prossimo appuntamento a Nocera Umbra che racconterà e attesterà quanto effettivamente realizzato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*