Luchetti di Umbertide vince l’edizione 2018 della Gennaiola

La Gennaiola è stata un premio per tutti da quello tecnico a quello della gente partecipante

Luchetti di Umbertide vince l’edizione 2018 della Gennaiola

da Lorenzo Capezzali
SANTA MARIA DEGLI ANGELI – Vince Luchetti di Umbertide l’edizione della maratonina angelana la Gennaiola 2018 con prepotenza e sagacia tattica dopo aver lasciato sul posto il “ treno” dei concorrenti negli ultimi chilometri del tracciato, selettivo quanto misto per un racconto di cronaca tecnica  sino sul traguardo di Via Becchetti. Molta la gente a Santa Maria degli Angeli di ogni età e provenienza. Quasi 600 i protagonisti che si sono dati battaglia sul circuito assisano prima del rush finale di Luchetti.

Un corridore abituato a queste conclusioni e a questi tipi di gara dove occorre possedere solidità fisico-atletica e lungimiranza psicologica. La cronaca narra una disputa tutta da vedere con atleti a darsi battaglia sin dalle prime battute, metri su metri per dare alla corsa l’input esatto della concorrenzialità e del motivo di vittoria. Luchetti presto diventa il mattatore della mattinata ma gli  astanti non sono da meno dando allo spettacolo il meritato titolo di onore da agguantare.

Marcia spedita e sicura di ognuno a metà percorso ma alla fine viene fuori la virtù agonistica di sapere di piu’ di alcuni protagonisti. Luchetti è uno di questi innestando la marcia giusta al chilometro giusto. Per gli altri non c’è più storia. Passo spedito e forbice di gamba armoniosa e composta sino alla fine di Luchetti mentre i secondi e i terzi arrancano. L’inesorabile è oramai dettato. Luchetti infila con giustezza le distanze che lo separano dall’arrivo in Via Becchetti e taglia il traguardo a mani alzate. Poi il resto degli atleti che finiscono per gioire anche loro a guisa del vincitore. Una corsa decoubertiana, l’importante è partecipare anche per coloro che hanno sudato per 45’.

Felice il presidente della Pro Loco, Francesco Cavanna che dice: “Tutto per il verso giusto. La Gennaiola è stata un premio per tutti da quello tecnico a quello della gente partecipante. E’ proprio vero che questa gara si conferma vincente sotto ogni punto di vista ogni anno”. Il vincitore ha parole di compiacimento per sé stesso e per quanti hanno lottato per fermarlo. Insomma Gennaiola sul pennone piu’ alto delle manifestazioni che contano anche quest’anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*