Universo Assisi, per Pastorelli, storia di un suicidio programmato

Universo Assisi inaugurata edizione 2018 alla ex Montedison installazione Trevisani

Da Stefano Pastorelli (Responsabile Lega Comprensorio Assisano)
Universo Assisi, per Pastorelli, storia di un suicidio programmato. «Universo Assisi storia di un suicidio programmato. Seconda edizione ennesimo fallimento. Improvvisazione, ritardo nella promozione, errori nelle scelte, sono oramai diventati una costante. Qual’è il rapporto tra la spesa e l’incremento di turismo? Si possono buttare via ancora altre risorse? Le strutture ricettive di Assisi sono ancora disponibili ad incassare la tassa di soggiorno, subendo la concorrenza delle strutture situate in comuni taxfree, sapendo già che tali Risorse verranno bruciate? La Lega, annuncia Pastorelli, già da ora si rende disponibile a raccogliere tutte le idee, le proposte e le iniziative delle strutture ricettive;appena ferragosto verrà organizzata un’assemblea pubblica con gli operatori per un serio confronto/studio. Le risorse sono limitate non possiamo più buttarle».

 

 

Eventi in Umbria

16 Commenti

  1. Come sempre stefano diranno che è stato un successone (la propaganda è l’ultima cosa che gli rimane per restare a galla)..saranno i soliti. Sempre tra di loro. Autoreferenziali. Il problema è che stanno spendendo un mare di soldi di tutti noi senza ritorno economico per il settore turistico. Che errore 2 anni fa a dividerci in campagna elettorale. Quello che sta avvenendo è anche colpa nostra. Non avrebbero mai vinto. Neanche al ballottaggio sarebbero arrivati. Meditate gente meditate…

    • Certo che a voi Paolo fox vi fa un baffo. Non è neanche cominciato e già dite che è un fallimento. Fatelo almeno finire no?

  2. Prevediamo il futuro caro sergio. Anche molto a lungo. Per esempio ti dico che fra 3 anni perderanno le elezioni e che saranno ricordati come la peggiore amministrazione della storia di Assisi. Altro che Paolo Fox!!!!!!! Stai sereno…….

  3. Non ci vuole uno scienziato a prevedere chi vincerà ad Assisi visto che il 70% della popolazione vota a destra. Era da scienziati invece perdere le elezioni 2 anni fa. In quanto alla peggiore amministrazione della storia di Assisi evidentemente non vi ricordate l’ultima giunta Ricci con il sindaco impegnato perennemente in campagna elettorale per le regionali e il comune lasciato a se stesso. Ma voi illuminati che sapete prevedere il futuro non vi accorgevate del presente vero? Lì andava tutto bene e non facevate le critiche giornaliere come adesso.

  4. Pace a voi,
    soprattutto al sig. Luca Neri, con cui mi duole non riesco mai a trovarmi in accordo.
    Non è la differenza di idee però che mi spinge a dare una diversa visione delle cose, ma il fatto di leggere delle imprecisioni che intendo rettificare.
    Spero che anche lei come tanti assisani in questi giorni parteciperà alle manifestazioni di Universo e avrà la possibilità così di vedere un allegro vociare che rende vive le vie e i luoghi di Assisi. Non solo questo per le persone di Assisi a anche per chi vorrà venire a visitarci dal contado e dal resto del mondo. Le affermazioni che ritengo imprecise sono due : stanno spendendo un mare di soldi di tutti noi senza ritorno economico per il settore turistico.
    Non credo che le sia sfuggito che Universo è finanziato con una parte dei proventi della imposta di soggiorno, che non pagano ne gli assisani ne gli abitanti del contado, intendo i molti che si muovono dal tuderte, folignato, perugino, per vedere quello che l’illuminato sig. Pastorelli vede e prevede come un “suicidio programmato” termine vago, dal sapore noir, ma dal significato culturalmente non congruente.
    Non sono “soldi di tutti noi” sono soldi dei nostri visitatori che a loro ma anche a tutti noi vengono restituiti con iniziative belle e concrete.
    Il “ritorno economico” poi non so come lo vuole e lo può misurare ma certamente se ricordasse recenti comunicazioni potrebbe farsene una idea.
    https://www.assisioggi.it/economia/turismo/turismo-da-record-42550/
    https://www.assisioggi.it/cronaca/turismo-da-record-ad-assisi-42520/
    Saluti e ancora pace

  5. Egregi detrattori, credo che dovrete aspettare molto più di tre anni. Nel frattempo e con tutta umiltà, osservate, imparate, memorizzate come si governa in Assisi. Un domani, piuttosto lontano, tutto ciò può tornarvi molto utile.

  6. Non spreco più tempo a rispondere a certe persone piegate in posizioni a dir poco imbarazzanti e con il “paraocchi”come si diceva una volta che pur di compiacere al proprio capo si affannano a difendere l’indifendibile..il vociare di allegre persone…per la gente di assisi.. noi abbiamo bisogno di turisti che vengono da fuori e che portino benessere economico a tutta la cittadinanza e non un momento ludico per gli assisani..inoltre caro migliosi pace e bene il denaro nel momento in cui entra nelle casse comunali diventa denaro pubblico indipendentemente da dove proviene e va speso con attenzione e parsimonia. un suggerimento per i consiglieri comunali..imparate un po di amministrazione pubblica. Imparate a conoscere la macchina amministrativa del comune. Fate esperienza in religioso silenzio. Poi potrete commentare e suggerire. Eviterete di fare brutte figure. E ragionate con la vostra testa. A buon intenditor….

  7. Egregio neri, ma tu in che modo ti adoperi per il bene della città? Evidentemente aspettando il turista che viene a comperare nella tua bottega e se il turista non c’è o non acquista a sufficienza allora è colpa dell’amministrazione. Sei davvero sconcertante. Fai bene a non sprecare più il tuo tempo a rispondere, meglio rimanere nel “religioso” silenzio.

  8. Cordiale Luca Neri, come vede anche questa volta non riesco a trovarmi in accordo con quanto lei scrive, tralascio le note sull’indipendenza di pensiero e le chiedo se ha avuto modo di leggere i due link che le avevo inserito nella nota precedente, forse non ne ha avuto il tempo e allora le sintetizzo quanto riportano.
    Sono le statistiche delle presenze turistiche nei primi quattro mesi del 2018.
    “Il denaro pubblico va speso con oculatezza e parsimonia …” lei crede che le presenze turistiche misurate questo anno siano da ascriversi ad una congiuntura astrale o al caso ?
    Il dato ufficiale delle presenze turistiche ad Assisi nei primi 4 mesi del 2018 rispetto allo stesso periodo del 2016, è di oltre il +2% , mentre, rispetto al 2016 a livello regionale si evidenzia una diminuzione (-5,6% arrivi e -3,7% presenze).
    Spostando l’attenzione al confronto con il 2017 (dati primo quadrimestre 2018) si registra ad Assisi, un +40% di presenze e +41% di arrivi che, confrontati con il dato regionale (+11,07 % di presenze e +24,98 % di arrivi) che pure vede l’Umbria in netta ripresa, fa comprendere come Assisi faccia da traino sia rispetto al proprio comprensorio che all’intera Regione, crescendo oltre il doppio in termini di presenze e di arrivi rispetto alla media regionale. Un dato molto interessante è inoltre l’aumento della permanenza media nella città Serafica, che torna a SUPERARE i 2 GIORNI.
    Il 2016 come forse tutti sappiamo, è stato l’anno del TURISMO RECORD, anche perché ha visto in pochi mesi DUE visite di Papa Francesco. Quindi questo diviene il metro di misura.
    Il dato di maggiore interesse rimane comunque l’andamento delle presenze e degli arrivi del primo quadrimestre 2018 che supera lo stesso periodo del 2016, anno record per Assisi.
    Che le posso dire ? “Fate esperienza in religioso silenzio. Poi potrete commentare e suggerire”

    Le ribalto l’ invito a ragionare con la sua testa, non per sentito dire. Legga i dati UFFICIALI delle statistiche e poi mi dica se non sono arrivati i “turisti che vengono da fuori” che lei cerca. Gli investimenti fatti con “attenzione e parsimonia” danno i loro frutti. Non è necessario cercare di falsare la percezione delle persone con tanto fumo e tanta negatività. Se siete forti della vostra competenza e rappresentatività perché sentite il bisogno di raccontare il falso? Tanta pace e tanto bene, a noi e alla nostra meravigliosa città, che ha bisogno di serenità non di acredine.

  9. Caro re il domani è molto più vicino di quello che tu possa immaginare. E stai sereno come disse il compagno Renzi e Letta prima di fregarlo…stavolta non sbaglieremo a dividerci…e non avrete sempre il consenso di coloro che dovrebbero pensare alle anime di noi peccatori invece che far politica. Godi il momento. Non tornerà più. Fidati.

  10. Egregio Sig. Luca Neri, mi chiedo se Lei due anni fa avrebbe mai avuto la libertà di pensiero , il coraggio, il senso del cambiamento e della speranza di fare il bene della propria città per entrare a far parte di una schiera di persone con diverse sensibilità che ha accettato la sfida ed è riuscita,contro tutte le previsioni, a portare in sella l’attuale Amministrazione . Non mi trattengo sul fatto tecnico sul turismo sul quale , anche per impegno personale , potrei dilungarmi e riguardo al quale Carlo Migliosi le ha già fornito alcuni spunti di riflessione. L’Amministrazione sta facendo scelte programmatiche di medio lungo periodo. Ogni scelta è opinabile e soggetta a verifica dei risultati ma … quanto è stato fatto in precedenza? Mi piace in questo momento commentare il suo ” è stato un errore dividerci” . Non è stato un errore. E’stata una scelta consapevole dettata , questa volta si, dal massimo della autoreferenzialità personale possibile. Quale credibile progetto di Città poteva esserci prima e dopo da parte di persone che in precedenza erano in maggioranza insieme e dopo divise per che cosa se non per le proprie ambizioni personali? Riguardo il futuro….la situazione mi sembra un poco più complessa di quello che Lei prospetta riguardo esiti amministrativi , movimenti politici, parti sociali e persone che saranno in gioco. Diciamo che a parer mio la sua visione è un po’ troppo … semplice….a meno che non sia un legittimo auspicio personale. Cordiali Saluti.

  11. Martorelli ci vuole onestà intellettuale..ma quale coraggio..quale sfida del cambiamento..sia onesto..non sapete neanche voi come avete vinto..anzi lo sapete benissimo…se bartolini e lunghi si fossero apparentati al ballottaggio non ci sarebbe stata partita..fu fatto un errore di valutazione politica che è costato caro e che ripeto non succederà più..il resto sono chiacchiere che lasciano il tempo che trovano..ma dove vedete questo cambiamento? Le devo ricordare tutte le peripezie di questi 2 anni con assessori che vanno e vengono? Con le scuse più assurde? Politica vecchio stampo..propaganda ripetuta fino alla noia..progettazione e programmazione zero..opere pubbliche che meritino questo nome non ne abbiamo ancora viste..dipendenti e dirigenti che se ne vanno perché l’ambiente di lavoro non è più soddisfacente…mi fa capire dov’è questo cambiamento ed in che cosa noi cittadini dovremmo essere soddisfatti?una cosa devo riconoscervi…siete bravissimi a livello di stampa a pubblicizzare quel poco che fate e ad intervenire molto celermente se qualcuno critica il vostro operato..questa è la visione che avete della democrazia..

  12. Mi faccia capire: lei sta tutto il giorno a commentare su questo sito qualsiasi argomento e poi non accetta che altri critichino le sue affermazioni. Poi mi parla di visione della democrazia. Lei non è uno disposto al confronto. Lei è un tifoso , ed allora l’unica cosa che le posso dire è forza juve

  13. Mi rallegra il fatto che per fare certe affermazioni lei mi segue assiduamente. La ringrazio, troppo buono. Continui a seguirmi ed a leggere i miei commenti. Mi stia bene sig. Sergio.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*