Assisi, Almaviva a Paoletti, “Non potrai giocare più su più tavoli”

Riceviamo e pubblichiamo:  Nella conferenza stampa di ieri, per giustificare il suo passaggio a Forza Italia, il consigliere Leonardo Paoletti ha lanciato prediche che sarebbero da non prendere in considerazione, se non fossero confuse e contorte al punto da fare intendere che il suo incedere politico e quello del suo nuovo capogruppo (all’opposizione)  sono da “pubblicani”, mentre quello del sindaco Ricci da “fariseo” che “piega a sinistra”.

Invero strana la posizione di Paoletti: ricordiamo benissimo il sarcasmo e le critiche che permeavano i suoi discorsi e gli strali con i quali (da assessore) auspicava l’estromissione di Giorgio Bartolini dalla giunta, nel 2010, poiché colpevole (tra l’altro) anche di volersi candidare a sindaco in contrapposizione a quel Claudio Ricci che egli oggi ripudia, in combutta, lui sì (insieme al suo nuovo capogruppo), con la sinistra.

Con incredibile faccia tosta, il consigliere Paoletti ci presenta un oscuro affresco della realtà politica e morale della nostra città, offrendoci l’angelica rappresentazione di se stessi che (da pubblicani) si battono il petto, che sopportano umilmente i sacrifici e gli oneri della vita pubblica, che vengono pugnalati alla schiena anche dagli “amici”…Senonché le cose viaggiano ben diversamente da come vengono descritte.

Intanto, a piegare a sinistra non è stato il Sindaco Ricci che, con il suo “Movimento Popolare”, si rivolge a persone e gruppi civici di orientamento politico diverso meramente in relazione a progetti utili per il territorio. Poi, Forza Italia, che per la illuminata guida di un dirigente perugino ha scelto in pratica (questa, sì, è un’anomalia!) di traslocare sui banchi dell’opposizione (di sinistra), non continuerà affatto ad Assisi a rappresentare la maggioranza. Leonardo Paoletti non si illuda. Capirà presto che le sue opportunistiche valutazioni politiche “pratica per pratica”, a danno degli elettori di destra, annoverate e subite da tempo in consiglio comunale, non potranno continuare ad essere condotte su più tavoli di gioco. Quello che invece non comprende il consigliere Paoletti, a quanto sembra, è che la opposizione (compreso quel Giorgio Bartolini, che, fino a poco tempo fa, sparava a zero contro i dirigenti perugini di Forza Italia) si rallegra alla notizia di queste commistioni che, mentre sollevano qualche punto interrogativo sulla reale coerenza di certe persone, rappresentano (per dirla in gergo da commercialista, tanto caro a qualcuno) una sopravvenienza attiva.

Walter Almaviva Consigliere Comunale “Per Assisi Popolare”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*