Dibattito sul futuro di Assisi con ampio e concreto programma da sostenere

Dibattito sul futuro di Assisi con ampio e concreto programma da sostenere

Di Lorenzo Capezzali
Dibattito sul futuro di Assisi con ampio e concreto programma da sostenere. Quale Assisi per il domani? L’interrogativo si fa pressante e il dibattito si anima tra i cittadini  ora che siamo sul finire della stagione. Si vuole sapere quale programma c’è da sostenere per l’avvenire per favorire l’incremento turistico e il ricavo dello stesso per la produttività giornaliera del centro storico e dell’hinterland in un momento di crisi economica non sopita del tutto.

Se ne parla in città con sempre più interesse su come provvedere e quali strategie adoperare per operatori economici e residenti a favore della resa e della vivibilità di gran parte delle sezioni civiche del centro e della periferia alle prese con allontanamenti di abitanti.

Alcune ipotesi interessanti sono state avanzate da alcuni residenti che puntano gli occhi su tematiche culturali di pregio. Si comincia dall’uso del cemento che non deve trovare più spazio nella dinamica dell’urbanistica per andare alla riapertura dell’Hotel Subasio. C’è po’ chi avanza l’ipotesi di una costruzione della galleria cava Foro Romano bilanciando il potenziamento  del centro sportivo e il ripristino ed ammodernamento  dell’ospedale.

Tra gli altri argomenti futuri sono in prima pagina la riqualificazione del Convitto Nazionale e l’instaurazione di un college postuniversitario per cittadini  di origine italiana nel mondo. Insomma di tutto un po’ per una città meta di milioni di presenze stagionali e di persone che vogliono trovare Assisi al passo con i  tempi e rivalutare il maggiore cespite di guadagno del comparto occupazione le che ultimamente sta allentando la corda!

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*