Ospedale, il consiglio comunale aperto, convocato per il 17 giugno

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, l'ospedale di Assisi si trasforma, accoglierà pazienti non covid

Ospedale, il consiglio comunale aperto, convocato per il 17 giugno

Il 17 giugno alle ore 17 si svolgerà il Consiglio Comunale aperto alla cittadinanza sul futuro dell’ospedale di Assisi. E’ stato comunicato nel corso del consiglio comunale di ieri pomeriggio in risposta a una mozione, poi trasformata in interpellanza, presentata dai consiglieri comunali Giorgio Bartolini, Emidio Fioroni e Moreno Fortini.

La vicenda risale all’11 marzo scorso quando il gruppo consiliare Uniti per Assisi presentò un ordine del giorno che riprendeva due interrogazioni regionali con cui si chiedeva di conoscere gli indirizzi sulle problematiche relative all’ospedale di Assisi e proponeva un dibattito sull’argomento al fine di stimolare l’assetto regionale.

A quel punto l’assessore alla sanità Massimo Paggi aveva espresso in aula l’idea di convocare sul tema un Consiglio Comunale aperto ai cittadini perché l’ospedale di Assisi riguarda l’intera comunità e non solo considerato che la Città Serafica è frequentata da milioni di visitatori e quindi il futuro del nosocomio è di estremo interesse per tutte le componenti della società locale ed è un argomento che deve coinvolgere e impegnare tutti, maggioranza e opposizione, al di là delle appartenenze politiche.

1 Commento

  1. Oggi che non esiste più una giunta regionale né un assessore alla sanità facciamo in consiglio comunale aperto perché l’argomento è di interesse pubblico? Quando venivano dalla Regione presidenti ed assessori a rilasciare dichiarazioni che avevano profumo solo di propaganda politica senza poi riscontri concreti nella fattibilità il futuro dell’ospedale non era argomento di interesse pubblico? Allora non si cercava il rapporto con la cittadinanza, con l’opposizione x trovare idee e soluzioni. Ora che il castello è crollato si cerca collaborazione? Fortunatamente sta finendo anche il vostro tempo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*