Riconoscimenti, Travicelli e Pastorelli, basta persone di serie A e di serie B

Riconoscimenti, Travicelli e Pastorelli, basta persone di serie A e di serie B 

Riconoscimenti, Travicelli e Pastorelli, basta persone di serie A e di serie B  Pensano al futuro dimenticandosi del passato, in poche parole questa amministrazione, che ogni giorno fa come Cimabue… prova a farne una e ne sbaglia due, o anche più. Nulla in contrario a riguardo al benemerito che viene attribuito   sabato 16 Giugno a Giovanni Zavarella o alla cittadinanza onoraria per Andrea Riccardi, due nomi, che secondo i sottoscritti saranno i primi di una lunga serie…conoscendo chi propone queste onorificenza, dovremo aspettarne ancora delle belle.

Ma la nostra domanda e quella dei cittadini di Assisi è la seguente : che fine hanno fatto le due (2) onorificenze “Cittadini Benemeriti” e i quindici (15) “Stemmi d’Oro”, attribuiti dalle precedenti amministrazioni? Da ricordare, tra i quali uno proposto e votato anche da chi oggi fa parte della maggioranza, noi li votammo favorevolmente tutti. Il 06 Febbraio 2015 il Consiglio comunale attribuì con votazione il titolo di Cittadini Benemeriti al presidente europeo del pugilato Franco Falcinelli e al noto artista Claudio Carli, gli stemmi d’oro in quel Consiglio Comunale furono attribuiti  all’ Accademia Properziana del Subasio, al Circolo del Subasio e Società Internazionale di Studi Francescani e all’olimpionico Roberto Cammarelle.

Negli anni 2015 e 2016 il Consiglio Comunale attribuiti altri Stemmi d’Oro, tra i quali quello proposto dall’allora Consigliere Comunale Claudia Maria Travicelli, per i Cantori di Assisi.

Non devono esistere club o persone di serie A o di serie B, ci sono persone ed associazioni che sono in attesa di poter ricevere ciò che gli appartiene, attribuito con un atto del Consiglio comunale. Quanto dovranno ancora attendere?

Se da un lato ci complimentiamo con chi oggi riceverà onorificenza di “Cittadino Benemerito”, dall’altro ci sentiamo amareggiati per coloro, che non si sa quanto tempo ancora dovranno attendere per vedersi attribuire da parte di questa amministrazione, quello che la città da mesi gli ha donato. Correttezza voleva che prima di fare nuove attribuzioni o conferimenti si attuavano le onorificenze già presenti e non si lasciavano accantonate in un cassetto…

Da Claudia Maria Travicelli (Democratici e Popolari per Assisi)

Stefano Pastorelli ( Lega Assisi)

 

3 Commenti

  1. Nessuna polemica. Mi sembra corretto e giustissimo quello che hanno sottolineato Pastorelli e la Travicelli. Ma il cittadino allineato e prostrato a questa amministrazione interviene a difesa dell’indifendibile. Ma loro sono così. Allineati a prescindere..

  2. Cordiale Gladiatore, non credo corretto scaricare sull’attuale i ritardi della passata amministrazione.
    Per ammissione di Travicelli che era in consiglio e di Pastorelli, questi provvedimenti furono votati in consiglio tra il febbraio 2015 e inizio 2016, anno in cui a giugno ci fu il cambio di amministrazione.
    Sarebbe stato anche elettoralmente molto producente far seguire alla determinazione del consiglio la consegna dei premi, ma tantè che non fu data la necessaria importanza a questo atto dovuto.
    Senza voler togliere valore a ciò che il Consiglio ha determinato in passato, che sarà recuperato al più presto, ritengo ingiusto criticare la rapidità tra votazione in consiglio e attuazione della consegna del premio, misura anche dell’attenzione di chi ha proposto e deliberato nella apposita commissione l’attribuzione di questo premio. Pace e bene

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*