Stefano Pastorelli tira le orecchie al M5s, ma non per il compleanno però

Volano stracci tra Lega e i Pentastellati

 
Chiama o scrivi in redazione


Stefano Pastorelli tira le orecchie al M5s, ma non per il compleanno però
Stefano Pastorelli

Stefano Pastorelli tira le orecchie al M5s, ma non per il compleanno però

Dopo anni di totale menefreghismo, il Movimento 5 Stelle scopre soltanto adesso in campagna elettorale l’esistenza di Assisi e del suo ospedale.
L’accusa alle forze di centrodestra, che solo da due anni governano la regione, è patetica e imbarazzante.

I grillini per tanti anni sono rimasti vergognosamente in silenzio mentre il PD e la sinistra, quelli che oggi sono loro alleati ad Assisi, smantellavano la sanità pubblica.
I grillini fanno finta di non sapere che nell’ultimo decennio il nosocomio assisano è stato oggetto di un progressivo depauperamento delle strutture, a seguito delle scelte politiche della Giunta regionale di sinistra allora in carica, che hanno determinato la chiusura di servizi fondamentali come quelli erogati dal Punto nascita e dalla Chirurgia generale.
Riguardo la favola della privatizzazione della sanità, vogliamo ricordare ai grillini che è stato proprio l’assessore Coletto della Lega a porre rimedio alla gravissima situazione dell’istituto privato Prosperius, mantenuto con soldi pubblici dalla giunta regionale di sinistra.

Vorremmo ricordare, inoltre, gli impegni previsti dal PNRR per la valorizzazione dell’ospedale di Assisi, l’implementazione di servizi e il potenziamento delle strutture.
Recente la notizia dell’arrivo di un nuovo primario di medicina, figura finora assente, che garantirà al presidio ospedaliero assisano una sua autonomia nella gestione delle risorse e  del personale e quindi una migliore qualità dei servizi ai pazienti.

Invitiamo gli esponenti del Movimento 5 Stelle a informarsi bene prima di parlare a vanvera di questioni che nemmeno conoscono semplicemente perché non se ne sono mai occupati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*