📰 Rassegna stampa 📰 – Assisi, anziana non trova la badante e chiama la polizia a farle compagnia

 
Chiama o scrivi in redazione


Scritte fasciste ad Assisi, Polizia di stato denuncia assisano

Assisi, anziana non trova la badante e chiama la polizia a farle compagnia

Il festival “Universo Assisi” ora diventa un misteroASSISI – «Sto morendo, non ce la faccio più». Queste le prime parole rivolte da una signora di 86 anni ai poliziotti che sono intervenuti a soccorrerla. La donna, residente nel comprensorio di Assisi, ha telefonato al 113 in preda al panico perché non riusciva a contattare la donna che l’assiste.

Gli agenti, raggiunta l’abitazione, hanno trovato l’anziana visibilmente spaventata. Dopo averla tranquillizzata e rassicurata che non l’avrebbero lasciata sola, sono riusciti a rintracciare telefonicamente la signora che la segue, oltre che nelle faccende domestiche, anche nell’assunzione delle numerose medicine che le sono state prescritte. Gli agenti le hanno dato un bicchiere d’acqua e le hanno fatto compagnia fino all’arrivo della badante.

Al suo arrivo si è finalmente rasserenata, tranquillizzata dal fatto che ora avrebbe potuto assumere la terapia quotidiana senza problemi. Con gli occhi pieni di gratitudine ha lasciato andare i poliziotti, ripetendo più volte che l’avevano salvata e che il loro arrivo le era sembrato un dono dal cielo. Ha voluto dedicare un pensiero anche all’operatore che le ha risposto al telefono per essere stato in grado di capirla e consolarla.

Il commissariato di polizia di Assisi, diretto dal vicequestore aggiunto Francesca Domenica Di Luca, dedica particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione anche grazie al progetto Enea, nato per rispondere in maniera tempestiva alle istanze dei cittadini più vulnerabili.
Massimiliano Camilletti 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*