ASSISI, CONVEGNO REGIONALE MISSIONARIO, LA VITA MISSIONARIA DELLE CHIESE UMBRE

missionarie(assisioggi.it) ASSISI – L’impegno missionario della Chiesa umbra sta registrando una positiva crescita accompagnata da un rinnovamento pastorale missionario che tende a sviluppare l’impegno nelle parrocchie e nella società contemporanea, ponendo un’attenzione particolare alle nuove frontiere dell’evangelizzazione, che oggi non interessano solo paesi lontani, ma sono quelle dell’immigrazione, dell’emarginazione, della povertà. Saranno questi alcuni degli aspetti al centro del convegno missionario regionale “L’Umbria ha un cuore vivo e missionario” che si terrà a Santa Maria degli Angeli ad Assisi il 12 e 13 ottobre presso il Centro di Spiritualità “Barbara Micarelli”, promosso dalla commissione regionale per l’Evangelizzazione e la cooperazione missionaria tra le Chiese della Conferenza Episcopale Umbra.
«L’evangelizzazione e la missione sono la luce del mondo – ricorda mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello e delegato della CEU per l’Evangelizzazione e la Cooperazione missionaria tra le Chiese – che si proietta oltre la frammentazione e dispersione prodotta dalla moderna globalizzazione. E’ necessario essere sempre più propositivi della dimensione missionaria nella Chiesa umbra ed è altrettanto necessario guardare alle Chiese degli estremi confini della terra, ai poveri, per aprile le nostre comunità ad un’autentica missione, che è prima di tutto comunione ecclesiale. Le motivazioni che vengono dalla Parola di Dio e nell’essere pienamente nella Chiesa sono molto importanti per la crescita di una coscienza missionaria, per questo sia la dimensione biblica che ecclesiale sono fondamentali per non far scadere la missionarietà nella semplice prestazione di aiuti e opere ai più bisognosi».
Nel presentare l’incontro, al quale parteciperanno i direttori degli Uffici missionari diocesani, i loro collaboratori, gli animatori parrocchiali e gruppi missionari delle otto Chiese dell’Umbria, Suor Maria Felicita Decio fmgb, coordinatrice della Commissione per l’Evangelizzazione e la cooperazione missionaria tra le Chiese della Conferenza Episcopale Umbra, evidenzia quanto sia significativo ritrovarsi per testimoniare e mettere insieme la ricca esperienza missionaria regionale: «La proposta di un convegno missionario regionale nell’anno della Fede risale ad un anno fa, scaturita dal cuore buono e missionario di mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello e delegato della Ceu per le missioni – spiega suor Felicita Decio -. Ci siamo messi all’opera, convinti dell’importanza di ritrovarci insieme per crescere nella fede missionaria, per credere che siamo missionari, in forza del battesimo, e che siamo chiamati ad operare nella Chiesa missionaria, con slancio apostolico, con l’annuncio e la testimonianza. Saremo quindi in tanti a questo incontro per alimentare la nostra fede missionaria ed anche per conoscere le espressioni missionarie della nostra regione umbra che è piccola, ma ha un cuore grande e missionario e compie molto bene in paesi poveri di tante parti del mondo».
Al convegno interverranno nella mattinata di sabato 12 ottobre mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello e delegato Ceu per l’Evangelizzazione e a Cooperazione missionaria tra le Chiese, il prof. Luca Moscatelli, teologo e biblista, responsabile del centro studi di Missio e, nella sessione pomeridiana, don Alberto Brignoli dell’ufficio nazionale per la Cooperazione missionaria tra le Chiese. Sarà inoltre presentato il microprogetto “Casa San Danielitos” in Perù, al quale sarà destinato un contributo raccolto nei giorni del convegno, e il documentario sulle opere missionarie delle varie realtà dell’Umbria nei paesi del terzo mondo.
Domenica 13 ottobre ci sarà l’intervento di padre Luca Galimberti, rettore della Casa Generalizia del Pime, e quello finale di mons. Domenico Cancian. Il convegno si concluderà con la celebrazione alle ore 11.30 nella basilica di santa Maria degli Angeli presieduta da mons. Cancian.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*