L’amministrazione saluta Padre Enzo Fortunato, augurio di buon lavoro a Padre Riccardo e Padre Giulio

IL SINDACO: “GRAZIE PER L'OPERA SVOLTA, PER AVER VEICOLATO L’IMMAGINE DI ASSISI E I VALORI DI FRANCESCO NEL MONDO”

L’amministrazione saluta Padre Enzo Fortunato

L’amministrazione saluta Padre Enzo Fortunato, augurio di buon lavoro a Padre Riccardo e Padre Giulio

Il sindaco Stefania Proietti, a nome personale e dell’amministrazione comunale, saluta Padre Enzo Fortunato che lascia Assisi chiamato a un nuovo incarico a Roma.


Fonte: Comune di Assisi


“Salutiamo Padre Enzo ringraziandolo di cuore per l’opera svolta in città, da portavoce del Sacro Convento e da direttore della rivista “San Francesco”, per aver veicolato l’immagine di Assisi nel mondo trasmettendo il pensiero e i valori francescani.

Lo ha fatto rilanciando la rivista che ha diretto per tanti anni e che ha tagliato il prestigioso traguardo dei 100 anni.
Lo ha fatto creando una redazione di professionisti che ha coordinato dando loro la possibilità di un posto di lavoro, di crescere e misurarsi con realtà nazionali e internazionali.
Lo ha fatto realizzando eventi di oggettiva rilevanza grazie alla capacità di intessere relazioni con personalità illustri del mondo politico, economico e sociale.
Lo ha fatto comunicando i valori della fratellanza, della pace e della custodia del Creato, utilizzando i moderni mezzi di comunicazione come la rete e i social.
Lo ha fatto mettendo Assisi e San Francesco al centro di ogni appuntamento e di ogni iniziativa che in questi lunghi anni sono stati organizzati, dal Cortile di Francesco con approfondimenti su temi di spessore e con relatori di alto livello al Manifesto di Assisi per la promozione di una sostenibilità ambientale, dal concerto “Con il cuore” per raccogliere fondi da destinare a forme di carità alla Lampada della pace per insignire personalità che si sono adoperate per il dialogo e la non violenza alla Carta di Assisi per riaffermare i principi deontologici di un’informazione rispettosa delle persone e della loro dignità, e, da ultimo, al Presepe che sta illuminando in questo periodo la nostra città e irradiando speranza in un momento particolare per l’umanità nel rispetto della tradizione.
Per tutto questo lo ringraziamo e la nostra non è una gratitudine formale, è un grazie che testimonia il suo amore per Assisi, per una città speciale che emana spiritualità e che ha la forza di trasmettere messaggi di pace nel mondo.
Grazie allora a Padre Enzo che resterà un figlio di Assisi e siamo sicuri che Assisi resterà nel suo cuore. Gli auguriamo ogni bene per il nuovo incarico sempre al servizio dei più deboli, dei più poveri, dei più bisognosi.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*