Papa: Assisi; sindaco Perugia, sia inizio rinascita Italia

Wladimiro Boccasi, Sindaco di Perugia
Wladimiro Boccali, Sindaco di Perugia
Wladimiro Boccali, Sindaco di Perugia

(assisioggi.it) ASSISI – La celebrazione di San Francesco non deve esssere una giornata rituale, ma un inizio della rinascita dell’Italia. Lo ha detto il sindaco di Perugia Wladimiro Boccali, che venerdì ad Assisi offrirà l’olio per la lampada che arde sulla tomba del patrono del Paese, alla presenza di Papa Francesco.

“Celebreremo la festa del Santo Patrono d’Italia – ha sottolineato Boccali – in un clima segnato da grandi preoccupazioni per il futuro. I sindaci delle città del nostro Paese vivono tutti i giorni i problemi di una crisi sociale lacerante, il cui tratto forse più sconvolgente, come ha detto Papa Francesco nel suo colloquio con Eugenio Scalari è la mancanza di speranza dei giovani e la solitudine dei vecchi”.

Soffermandosi sul dono dell’olio per la lampada, Boccali ha parlato di “significato speciale” legato a questo gesto. “I cittadini di Perugia e dell’Umbria – ha detto -, terra nello stesso tempo di tradizioni laiche e di profonda spiritualità, ne sono ben consapevoli. La visita di Papa Francesco ad Assisi, patria del Santo da cui, primo Pontefice, Bergoglio ha preso il nome, evoca grandissime suggestioni. Ancor più perché questo straordinario Papa arriva preceduto da forti segnali di rinnovamento e di apertura al mondo nella sua complessità, e nello stesso tempo – ha concluso Boccali – di riaffermazione dei valori più autentici della fede cristiana”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*