Triduo Pasquale Basilica di San Francesco d’Assisi, veglia con cardinale Vallini

La Santa Messa solenne “In Cappella Papale” nella Basilica superiore verrà celebrata alle 10.30 di domenica dal Padre vicario Domenico Paoletti

Merkel e Santos ad Assisi, 300 giovani, 180 giornalisti e 40 ambasciatori

Triduo Pasquale nelle Basiliche di San Francesco d’Assisi

Gli appuntamenti più importanti in occasione del Triduo Pasquale nelle Basiliche di San Francesco d’Assisi saranno: Giovedì Santo alle 17 in Basilica inferiore la Santa Messa solenne nella Cena del Signore, con la lavanda dei piedi, presieduta dal Padre Custode Padre Mauro Gambetti.

La processione

La Processione del “Cristo morto” del Venerdì Santo, che arriverà nella piazza della Basilica inferiore di san Francesco dalla Cattedrale di san Rufino alle ore 8.30 di venerdì 30 marzo e ripartirà alla volta della stessa Cattedrale alle ore 20.30 di venerdì sera; alle 15.30 del Venerdì, si terrà la Azione liturgica della Passione del Signore in Basilica Inferiore.

Viene il Cardinale Agostino Vallini

Cardinal Vallini Legato Pontificio Basiliche di Assisi, prime dichiarazioni
agostino vallini cardinale

Sabato Santo 31 marzo, alle ore 22.30, nel Piazzale della Chiesa inferiore, si svolgerà il Solenne inizio della Veglia con la Benedizione del fuoco e la processione alla Basilica per la Veglia pasquale nella Notte Santa, che sarà presieduta da Sua Eminenza il Cardinal Agostino ValliniLegato pontificio per le Basiliche di Assisi.

Domenica mattina, giorno di Pasqua, le Sante Messe saranno celebrate alle ore 07.30, alle 9, alle 17 e alle 18.30 nella Basilica inferiore.

La Santa Messa solenne “In Cappella Papale” nella Basilica superiore verrà celebrata alle 10.30 di domenica dal Padre vicario Domenico Paoletti. Dopo la messa delle 12 in Basilica superiore, la giornata liturgica di Pasqua si concluderà alle 18.00 con i Vespri solenni nella Basilica inferiore.

“Nell’augurio dei frati di Assisi, la Pasqua diventi occasione per tutti per risorgere, per ricominciare, per ricostruire un’Italia più bella, più onesta, più fraterna e attenta alle differenze e capace di valorizzare i suoi talenti”. È quanto ha reso noto il Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento, Padre Enzo Fortunato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*